Atti osceni in luogo pubblico, cambia la pena: non sarà più reato

Atti osceni in luogo pubblico, cambia la pena: non sarà più reato

Multe salate previste dalla depenalizzazione

da in Politica, Reati
Ultimo aggiornamento:
    Atti osceni in luogo pubblico, cambia la pena: non sarà più reato

    Il reato penale di atti osceni in luogo pubblico è stato depenalizzato e inserito tra gli illeciti civili e dunque, al posto della pena massima di tre anni di reclusione, per chi sarà ritenuto colpevole è prevista una semplice sanzione amministrativa, ovvero una multa che potrà arrivare da 5mila fino a un massimo di 30mila euro.

    LEGGI ANCHE TUTTI I REATI DEPENALIZZATI

    Con la depenalizzazione varata dal Governo Renzi gli atti osceni verranno puniti solo con una pena che consiste nel pagamento di una somma di denaro, e non più con la detenzione in carcere. La sanzione amministrativa per chi commette atti osceni in luogo pubblico (ad esempio manifestando nudità o facendo sesso in auto) potrà arrivare al massimo fino a 30 mila euro.

    Anche per contrastare il rallentamento della macchina giudiziaria, gli esperti parlamentari hanno deciso di convertire la sanzione prevista dall’articolo 527 del codice penale italiano in una semplice multa perché spesso i procedimenti di questo tipo finivano semplicemente in un nulla di fatto, cioè quasi sempre archiviati per prescrizione del reato.

    Secondo quanto stabilito dalla Cassazione, ecco in cosa si distinguono i due casi: gli atti osceni provocano turbamento e disgusto e offendono gravemente il senso di pudore sessuale, mentre gli atti contrari alla pubblica decenza sono quelli che provocano fastidio perché fuori dalla morale comune e considerati riprovevoli.

    331

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN PoliticaReati
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI