Elezioni Comunali Milano: i sondaggi rivelano una vittoria inaspettata

da , il

    Elezioni Comunali Milano: i sondaggi rivelano una vittoria inaspettata

    Diamo uno sguardo ai risultati del sondaggio di Nando Pagnoncelli per il Corsera a proposito delle Elezioni Comunali a Milano 2016, anche se le tendenze sono certamente provvisorie dal momento che mancano oltre 6 mesi alle elezioni e al momento si conoscono solo alcuni dei candidati che si presenteranno. Ad ogni modo si rileva già qualche sorpresa tra le preferenze de milanesi.

    Anche se non si conoscono ancora i candidati definitivi alle elezioni comunali milanesi, e Giuliano Pisapia ha annunciato la volontà di non ricandidarsi a sindaco, secondo le rilevazioni effettuate da Pagnoncelli, senza menzionare i nomi dei possibili candidati, un quarto dei milanesi di dichiara incerto o astensionista, poco più di un quarto (27%) intenzionato a votare per un sindaco di centrodestra, un quarto (25%) per il centrosinistra mentre il restante 23% si suddivide tra un sindaco del M5S e uno di una lista civica al di fuori dei partiti.

    LEGGI ANCHE>>> TUTTI I CANDIDATI A SINDACO DI MILANO

    Quanto ai candidati di cui si è parlato in questi mesi, il livello di conoscenza è molto variegato e ciò rende arduo fare confronti”, afferma Pagnoncelli. Tra i 12 possibili candidati passati al vaglio ha ricevuto più valutazioni positive (59%) Giuseppe Sala. Dietro di lui, l’archistar Stefano Boeri (cetrosinistra), il giornalista Paolo Del Debbio (centrodestra) e Carlo Sangalli di Confcommercio (centrodestra, ex DC). Pagnoncelli riassume il quadro ipotizzando una competizione tra Sala per il centrosinistra, Lupi per il centrodestra, Passera per Italia Unica, Di Pietro sostenuto da una lista civica e un candidato del M5S. In questo Sala al momento prevarrebbe su Lupi, ma il dato forse più sorprendente è rappresentato dal livello di incertezza (23%) e di astensione (20%) che riguarda oltre due milanesi su cinque.