Sergio Mattarella Presidente della Repubblica pop: viaggia con i mezzi pubblici

Sergio Mattarella ha dimostrato la sua idea di sobrietà usando mezzi di trasporto molto comuni, dalla Panda grigia alla tramvia.

da , il

    Sergio Mattarella, ormai nel suo ruolo di Presidente della Repubblica, sta tenendo fede alla sua immagine pubblica. Probabilmente sarà convinto dell’idea di sobrietà, che si abbina perfettamente alla sua immagine di democristiano di una volta e alla sua personalità. E non è soltanto un’idea da ostentare e da portare avanti a parole. Il Capo dello Stato ci sta facendo vedere anche con prove concrete come sia possibile mostrare a tutti di essere sobri in ogni particolare. Lo vediamo anche nei mezzi di trasporto che via via, in questi ultimi tempi, Sergio Mattarella ha utilizzato per spostarsi.

    La Panda

    Già nella scelta del veicolo da utilizzare per recarsi al Colle, subito dopo l’elezione, possiamo vedere la cifra comunicativa dell’idea che Mattarella ha voluto far passare. Per i suoi spostamenti al Quirinale ha scelto un’automobile utilitaria, una Panda di colore grigio. Se la paragoniamo alle altre auto utilizzate da altre cariche istituzionali, possiamo fare nettamente la differenza per quanto riguarda le vicende di cui sono state protagoniste. Basti pensare all’automobile rosso fiammante di Ignazio Marino, che è diventata “famosa” per la storia delle multe non pagate.

    L’aereo

    Anche quando prende l’aereo, Mattarella sembra voler riavvicinare il Quirinale alla gente comune. Sarà proprio per questo che ha scelto un volo di linea Alitalia, quando, qualche giorno fa, è ritornato a Palermo. La stessa Alitalia, con un tweet, ha definito il Capo dello Stato un passeggero normale.

    Il FrecciArgento

    Altra idea di sobrietà è data dal FrecciArgento, che va dalla stazione Termini fino a Firenze. Il Presidente della Repubblica ha scelto uno dei mezzi più “italiani”, che unisce l’Italia da nord a sud.

    La tramvia

    Non solo treni, aerei e automobili, perché Mattarella non esita ad utilizzare anche mezzi di trasporto più inconsueti, nel caso si debba spostare per incarichi legati al suo ruolo. Per raggiungere la località di Scandicci, dove è andato a inaugurare i corsi di formazione della scuola superiore della magistratura di Castelpulci, ha usato la tramvia.