Clemente Mastella fonda un nuovo partito: il quinto in vent’anni

da , il

    Uscito “pulito” dalle ultime vicende giudiziarie, che nella morsa della magistratura hanno avversato il cammino politico ed imprenditoriale della famiglia Mastella, Clemente ci vuole riprovare: fonderà un nuovo partito – “Popolari del Sud”- collocato a destra. Per Clemente Mastella, feudatario sannita, si avvicina il tempo delle elezioni regionali: dunque perché non provare quest’ennesima avventura politica, attingendo dal proprio fedele elettorato locale?

    È stata inaugurata il 17 gennaio a Benevento, in viale Mellusi, la sede del neopartito - il quinto in 20 anni -: tra i presenti la moglie Sandra Lonardo, consigliere regionale , l’assessore regionale all’artigianato e al commercio Vittorio Fucci, l’ex eurodeputato di Forza Italia, Giuseppe Gargani ed una decina di sindaci del Sannio.

    Potrebbero essere proprio Lonardo e Fucci a guidare un’ipotetica lista per le prossime elezioni, appoggiando il Presidente uscente, Stefano Caldoro (Forza Italia). L’ex Guardasigilli nell’arco di quattro lustri di vita politica, con un continuo possesso palla – indiscriminatamente se fosse al centro del campo o nelle due aree di rigore – ha insaccato le adesioni per ben 5 partiti politici.

    Se fosse stato interesse o passione politica? I numeri parlano da soli: prima il Centro cristiano democratico (Ccd), poi i Cristiani democratici per la Repubblica (CdR), poi ancora l’Unione democratica per la Repubblica (UdR) e l’Unione dei democratici europeri (Udeur), ed infine l’ultima creazione di Clemente, che prima li crea e poi li accoppia, Popolari del Sud.

    Qualunquemente: “Oggi siamo qui perché si avverte l’esigenza di un partito territoriale che dialoghi con la gente e che rappresenti un punto di riferimento certo nella crisi dei partiti tradizionali”. In questo ennesimo passaggio lungo, volto a cambiare il gioco – il tempo di qualche tornata elettorale – sarà Costantino Fortunato, ex coordinatore provinciale vicario in quota Forza Italia e sindaco del comune di Morcone, a riorganizzare il partito nell’oasi felice del Sannio.

    I cittadini del beneventano sono avvertiti: qualcuno a breve busserà alle vostre porte.