Vertice Asem Milano: cos’è, chi partecipa e le zone rosse in città

Vertice Asem Milano: cos’è, chi partecipa e le zone rosse in città
da in Euro, Europa, Politica, Sicurezza, Terrorismo, Antiterrorismo
Ultimo aggiornamento:
    Vertice Asem a Milano: Renzi fa gli onori di casa

    Il vertice Asem a Milano ha portato scompiglio in città: aerei antiterrorismo sono pronti al decollo, molti quartieri sono blindati con zone rosse, ci sono divieti di circolazione, blocchi della metro. Ma cos’è Asem? Chi partecipa? E quali sono le zone di Milano interessate da blocchi e deviazioni? Facciamo il punto della situazione.

    L’Asem, Asia-Europe Meeting, ovvero il vertice euro-asiatico in programma al Mico, si tiene a Milano dal 16 al 17 ottobre, proprio al centro congressi di Fiera Milanocity. Questo incontro potrà servire a firmare nuovi contratti economici e a rinsaldare i rapporti in un momento in cui l’Europa cerca nuovi mercati per esportare merci e servizi.

    Non sono mancate le polemiche per il lusso e l’opulenza esibita alla cena di Gala organizzata dal presidente Giorgio Napolitano a Palazzo Reale. In molti si sono chiesti quanto sia costato questo vertice, e se fosse proprio necessario addobbare la tavola in maniera così sfarzosa. Siamo o non siamo, in Italia, in profonda crisi economica? Ad ogni modo, durante il discorso iniziale, Napolitano si è rivolto così ai presenti (mancava Putin, arrivato in ritardo), parlando dell’Isis: ‘Nessuno di noi può sottrarsi a risposte le più ferme di fronte alle minacce incombenti, né a una paziente tessitura di soluzioni politiche e diplomatiche rispetto a vecchi e nuovi contenziosi tra Stati e dinanzi a scontri dissolutivi all’interno di diversi Paesi‘. Dopo il discorso del presidente della Repubblica, i leader si sono alzati in piedi e hanno festeggiato con un maxi brindisi, al quale però non ha partecipato il presidente russo Putin, che come accennavamo, è arrivato a Palazzo Reale in ritardo, quasi volesse snobbare l’appuntamento con i capi di stato riuniti per la cena.

    In città sono giunti 53 leader fra Capi di Stato e di Governo, a partire da tutti i leader europei, fino al presidente russo, Vladimir Putin e ai vertici giapponesi e cinesi. Per la sicurezza, sono stati messi tiratori scelti in piazza del Duomo e per le vie della città sono sparse numerose squadre di pronto intervento formate da poliziotti, carabinieri e finanzieri.

    Non meraviglia che uno dei tanti rischi di un appuntamento del genere è il terrorismo internazionale, non soltanto di natura jihadista o islamica. Per la tre giorni dell’Asem, Milano fa, in un certo senso, le prove per Expo. Le misure di sicurezza messe in campo saranno tra le più alte viste finora nel nostro Paese. Su precisa richiesta della Questura, giovedì 16 ottobre il metrò della stazione Duomo è stato chiuso dalle 14 alle 24, anche perché la sera si è tenuta la cena a Palazzo Reale con il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e i 50 capi di Stato.

    Il questore Savina ha precisato che Milano non ha mai vissuto prima un evento ‘così imponente per numeri e mezzi‘, e per questo sono state messi a lavoro duemila tra carabinieri, poliziotti e finanzieri dal prefetto Francesco Paolo Tronca. Ma saranno l’Aise e l’Aisi (le Agenzie di informazioni e sicurezza esterna e interna) a curare le fasi più delicate del sistema di protezione delle personalità politiche.

    Inoltre, in caso di attacchi e di emergenze, Jet militari sono pronti a decollare dall’aeroporto di Ghedi, in provincia di Brescia. C’è poi da aggiungere che in città non è atteso solo l’Asem: giovedì in programma ci sono anche due cortei, uno organizzato dagli studenti e l’altro dagli anarchici. Questi ultimi potrebbero organizzare dei blitz nelle zone ‘calde’ della città.

    Da Palazzo Marino è arrivato l’invito a muoversi quanto più possibile con i mezzi pubblici evitando le auto private. Per motivi di sicurezza, in accordo con la Prefettura, sono stati sospesi alcuni cantieri. Numerose le strade chiuse: informazioni dettagliate si potranno avere telefonando allo 02 0202.

    LEGGI ANCHE–>LA MAPPA DELLE STRADE CHIUSE

    Blocchi e deviazioni riguardano soprattutto il luogo del vertice, e quindi la Fiera di Milano, ma il Comune ha segnalato come luoghi interessati anche le direttrici di ingresso agli aeroporti di Linate e Malpensa, nonché il centro cittadino (viale Forlanini-viale Argonne e viale Forlanini-corso XXII Marzo). Alcune vie verranno temporaneamente chiuse al traffico con l’indicazione di percorsi alternativi. Le strade saranno dunque chiuse a singhiozzo al passaggio delle delegazioni, le auto parcheggiate nelle vie vicino al MiCo saranno rimosse. Il centro congressi di piazzale Carlo Magno 1, blindato per la cena di giovedì sera a Palazzo Reale, è stato chiuso al pubblico nella giornata di giovedì 16, mentre il Museo del Novecento ha chiuso alle 15.

    868

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EuroEuropaPoliticaSicurezzaTerrorismoAntiterrorismo

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI