Festa M5S al Circo Massimo: Grillo invoca l’esercito contro Renzi

Festa M5S al Circo Massimo: Grillo invoca l’esercito contro Renzi

    Si è chiusa la kermesse del M5S al Circo Massimo. Beppe Grillo è intervenuto alla Festa del Movimento Cinque Stelle a Roma, continuando il suo attacco frontale a Matteo Renzi e al suo governo. Prima sul Jobs Act – ‘Creerà milioni di schiavi‘, ha detto – e poi sulla tragica (ma in qualche modo annunciata), alluvione di Genova, Grillo commenta gli ultimi aggiornamenti invocando l’esercito per Renzi: ‘Voglio che l’esercito italiano arrivi lì, al casello di Genova, prima di Renzi. Lo voglio lì e che cerchi di dare una mano‘. Poi, dopo aver attaccato il Pd ribadisce la volontà di andare a Genova ‘martedì a spalare’ perché ‘devono andare via immediatamente, siamo sommersi dalla peste rossa‘.

    Questi sono cialtroni, non abbiamo più tempo‘, prosegue ancora il leader pentastellato a proposito del disastro a Genova, dove l’alluvione ha provocato un morto: ‘secondo il loro ‘metodo matematico’ perfetto, la colpa non è loro, ma è del Tar, per le lungaggini dei lavori. Questa gente va fermata con l’Esercito. L’Esercito deve stare con gli italiani‘.

    Poco tempo dopo bagarre sulla fiducia in Aula del Senato, Grillo rilancia accuse contro il governo Renzi e il Jobs Act: ‘Non permetteremo mai di portare la gente alla fame: contro il Jobs Act combatteremo con ogni mezzo‘, sicuro che il pacchetto riforme per il lavoro creerà milioni di nuovi schiavi ‘è una presa per il c…, la più grande della storia. Anche la Germania l’ha adottato e ha smesso di crescere. Figuriamoci qui cosa potrà accadere‘.

    Con un intervento non programmato in apertura della seconda giornata della Festa del Movimento, Grillo ha anche preannunciato: ‘Questa sera lanceremo il referendum sull’euro e sul reddito di cittadinanza‘, ribadendo che per lui quella europea non ha più futuro come moneta. ‘Abbiamo delegato il nostro bilancio a banche che stanno a migliaia di chilometri da qui e siamo ingabbiati dal pareggio di bilancio in Costituzione e dal vincolo del 3%‘, ha detto Grillo ribadendo che la crescitaè necessaria ma ne serve una nuova ‘non la crescita delle auto e dei frigoriferi: è un’altra crescita che vogliamo, quella dell’intelligenza e della cultura‘. Poi, ha rilanciato il reddito di cittadinanza come proposta per la svolta economica.

    LEGGI ANCHE–>LE STRANE PROTESTE DEGLI EUROSCETTICI

    Inevitabile un attacco ai giornalisti: ‘I mezzi di informazione sono una barriera tra noi e voi. Siamo andati in giro e mi hanno impedito di parlare con la gente‘, a detto Grillo, ribadendo che il media dei 5Stelle ‘è la rete e non certo tv e giornali che descrivono quel che vogliono. Sulle presenze e i comizi ci sono le nostre foto su Internet che testimoniano quanti siamo‘. Partono anche degli insulti, come riporta anche Repubblica: ‘Vacca del Tg3, venduta; mafiosi che non siete altro; giornalisti bastardi, non lo fate respirare; via le tv, andate da Renzi che vi racconta le barzellette‘. Gianroberto Casaleggio ha liquidato alcuni cronisti che tentavano di avvicinarlo: ‘Mi serve che voi vi togliate dai c…‘.

    Il Blog di Grillo festeggia: “500mila in piazza”, rivendicando il successo della tre-giorni al Circo Massimo. Secondo la polizia le persone erano 150.000. In un post si legge: ‘Lo avevamo detto e così è stato: ieri, seconda giornata di #Italia5Stelle, abbiamo riempito il Circo Massimo‘.

    683

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Beppe GrilloEuroGianroberto CasaleggioMatteo RenziMovimento 5 StellePartiti politici italianiPoliticaPolitici italianiReferendum
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI