Elezioni comunali 2014, vince il PD: effetto Renzi anche nei comuni

Elezioni comunali 2014, vince il PD: effetto Renzi anche nei comuni
da in Elezioni, Elezioni amministrative, Politica, Regioni
Ultimo aggiornamento:
    Elezioni comunali 2014, vince il PD: effetto Renzi anche nei comuni

    L’effetto Renzi delle elezioni europee si riversa anche sulle elezioni comunali con il PD che conquista molti comuni già al primo turno e si porta avanti anche in quelli che andranno al ballottaggio. Buona la prima per Firenze che vede la vittoria netta di Dario Nardella, fedelissimo del premier che sale a Palazzo Vecchio con il 59,15% delle preferenze, staccando di molto il candidato del centrodestra Marco Stella, fermo al 12, 06%. Il PD conquista anche Reggio Emilia, Pesaro, Forlì, Sassari e Ferrara, Prato passa dal centrodestra al centrosinistra, mentre Ascoli Piceno, Tortolì e Teramo vanno al centrodestra. Vanno al ballottaggio tra due settimane Bari, Livorno, Padova, Modena, Foggia, Potenza, Perugia, Terni, Bergamo, Cremona e Pavia. Tonfo del MoVimento 5 Stelle.

    Leggero calo su tutto il territorio italiano per l’affluenza alle comunali 2014 che comunque è molto più alta rispetto alle elezioni europee con il 70,99 % totale, contro il 76,44 % delle ultime comunali. Il turno di ballottaggio si terrà l’8 giugno, con l’eccezione dei comuni siciliani che voteranno anche il 9 giugno. Sono state rinviate le elezioni per i comuni di Aquila d’Arroscia (IM), Esino Lario (LC), Locatello (BG), Mazzo di Valtellina (SO), Samo (RC), San Lorenzo (RC), Sant’Angelo del Pesco (IS) e Tadasuni (OR) per la mancata presentazione di liste di candidati. Negli 11 comuni del Trentino Alto-Adige le elezioni comunali sono state anticipate al 4 maggio. Per le Elezioni Amministrative 2014 si è votato anche in 24 nuovi comuni istituiti nel 2014 ed in 2 comuni istituiti nel dicembre 2013, mediante processi di fusione di territorio.

    Regione
    Affluenza definitiva
    Piemonte
    71,34%
    Lombardia
    72,42%
    Veneto
    69,59%
    Liguria
    67,23%
    Emilia Romagna
    72,57%
    Toscana
    70,09%
    Umbria
    71,85%
    Marche
    71,30%
    Lazio
    74,33%
    Abruzzo
    69,28%
    Molise
    64,65%
    Campania
    73,10%
    Puglia
    71,00%
    Basilicata
    64,52%
    Calabria
    63,43%
    Sardegna
    64,78%

    LEGGI ANCHE>>> IL VOTO DEI VIP

    In Piemonte l’affluenza definitiva si attesta al 71,34% contro il 76,55% delle ultime consultazioni comunali.

    VERCELLI
    A Vercelli l’affluenza definitiva si attesta al 66,56% contro il 73,66% delle scorse elezioni. Maura Forte del PD ed Enrico Demaria del centrodestra si sfideranno al ballottaggio: 35,41% la percentuale della candidata del centrosinistra contro il 26,95% dello sfidante di Forza Italia. Queste le percentuali:

    Maura Forte (PD): 35,41%
    Enrico Demaria (FI): 26,95%
    Alberto Perfumo (lista civica): 16,92%
    Adriano Brusco (M5S): 8,07%
    Remo Bassini (lista civica): 6,94%
    Giovanni Mazzeri (Moderati): 2,93%
    Bruno Poy (NCD): 2,76%

    BIELLA
    A Biella l’affluenza definitiva si attesta al 65,89 % contro il 72,96% delle scorse elezioni. Testa a testa tra Marco Cavicchioli (centrosinistra) e Dino Gentile (centodestra) che si sfideranno al ballottaggio con rispettivamente il 36,62% e il 36,17%. Queste le percentuali:

    Marco Cavicchioli (csx): 36,62%
    Dino Gentile (cdx): 36,17%
    Antonella Buscaglia (M5S): 11,75%
    Antonio Ramella Gal (lista civica): 6,38%
    Luca Sangalli (lista civica): 4,05%
    Luigi Apicella (lista civica): 3,95%
    Simone Coletta (NCD): 1,04%

    VERBANO CUSIO OSSOLA
    A Verbania l’affluenza definitiva si attesta al 65,13% contro il 72,54% delle scorse elezioni. Sfiora la vittoria al primo turno Silvia Marchionni, del PD, che si ferma al 46,90%, staccando di molto la sfidante di Forza Italia Mirella Cristina al 17,53%. Queste le percentuali:

    Silvia Marchionni (csx): 46,90%
    Mirella Cristina (cdx): 17,53%
    Carlo Bava (lista civica): 11,96%
    Marco Parachini (lista civica): 11,78%
    Roberto Campana (M5S): 9,59%
    Giorgio Restelli (lista civica): 1,35%
    Stefano Gaggiotti (lista civica): 0,84%

    In Lombardia ha votato il 72,42% degli aventi diritto, in calo rispetto al 78,31% delle ultime consultazioni comunali.

    BERGAMO

    A Bergamo ha votato il 73,34% contro il 79,23% delle scorse elezioni comunali. Sei i candidati sindaco nella città lombarda, con 512 aspiranti consiglieri comunali e in totale 17 liste. Giorgio Gori, candidato del PD, sfiderà al ballottaggio il sindaco uscente Franco Tentorio, con un vantaggio di tre punti. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Giorgio Gori (PD, EL, PSI, IdV e altri)
    45,48
    Franco Tentorio (FI, Lega, NCD, FdI, UdC e lista Tentorio)
    42,17
    Marcello Zenoni (M5S)
    8,24
    Rocco Gargano (Altra Bergamo)
    2,65
    Mirko Isnenghi (Rinasce Bergamo)
    0,79
    Andrea Palermo (Bergamo Cambia)
    0,63

    CREMONA

    A Cremona ha votato il il 70,37% degli aventi diritto contro il 75,96% delle scorse elezioni comunali. 23 le liste che si sono presentate alle elezioni e 11 i candidati sindaco. Centrosinistra e centrodestra si sfideranno al ballottaggio con il candidato del PD Gianluca Galimberti in vantaggio su Oreste Perri di 12 punti. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Gianluca Galimberti (centrosinistra)
    45,80
    Oreste Perri (centrodestra)
    33,31
    Alessando Zagni (Lega Nord)
    8,47
    Lucia Lanfredi (M5S)
    6,14
    Juri Brocchieri (Verdi)
    Carmine Scotti (Movimento per Cremona)
    1,36
    Pietro Signorini (Terzo Polo)
    1,00
    Gianluca Galli (CasaPound)
    0,84
    Giuseppe Foderaro (Popolari d’Italia e UdC)
    0,83
    Laura Carlino (Cremona città nuova)
    0,80
    Mirko Seniga (Alternativa Comunista)
    0,71

    PAVIA

    A Pavia ha votato il 69,49% degli aventi diritto contro il 76,08% delle scorse elezioni. Sfiora la riconferma la primo turno il sindaco uscente Alessandro Cattaneo (cdx) che sfiderà al ballottaggio il candidato del centrosinistra Massimo DePaoli. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Alessandro Cattaneo (centrodestra)
    46,68
    Massimo De Paoli (centrosinistra)
    38,44
    Giuseppe Polizzi (M5S)
    7,53
    Niccolò Fraschini (Idea Pavia)
    2,71
    Angela Niutta (SC, FARE)
    2,12
    Luigi Dagrada (SEL, liste civiche)
    1,99
    Walter Veltri (Insieme per Pavia)
    1,96
    Elena Felicetti (Partito Comunista dei Lavoratori)
    0,40
    Mauro Manfrinato (Ricostruire Pavia)
    0,12

    In Veneto ha votato il 69,59% degli aventi diritto contro il 76,01% delle scorse consultazioni comunali.

    PADOVA

    A Padova ha votato il 70,53% degli aventi diritto contro il 74,92% delle scorse elezioni comunali. Testa a testa tra Ivo Rossi del PD e Massimo Bitonci della Lega con il candidato del centrosinistra in leggero vantaggio in vista del ballottaggio. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Ivo Rossi (centrosinistra)
    33,76
    Massimo Bitonci (centrodestra, Lega)
    31,42
    Maurizio Saia (Liste Civiche)
    10,64
    Francesco Fiore (Liste Civiche)
    9,91
    Giuliano Altavilla (M5S)
    8,63
    Andrea Colasio (PSI, SC)
    2,43
    Daniela Ruffini (Rifondazione Comunista)
    1,35
    Alberto Salmaso (Liste civiche)
    1,14
    Bruno Ceraso (Padova Sociale)
    0,69

    In Liguria ha votato il 67,23% degli aventi diritto contro il 72,50% delle ultime consultazioni.

    In Emilia Romagna ha votato il 72,57% degli aventi diritto contro il 78,21% delle ultime consultazioni comunali.

    FERRARA

    A Ferrara ha votato il 69,66% degli aventi diritto contro il 77,68% delle scorse elezioni comunali. A Ferrara in tutto sono state presentate 13 liste, per un totale di 8 candidati. Tiziano Tagliani del PD conquista l’elezione a sindaco al primo turno con il 55,55%, staccando di molto il candidato del centrodestra Vittorio Anselmi, fermo al 17,75%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Tiziano Tagliani (SEL, Ferrara Concreta, Centro Democratico e PD)
    55,55
    Vittorio Anselmi (FdI, FI e Lega Nord)
    17,75
    Ilaria Morghen (M5S)
    15,89
    Francesco Rendine (Giustizia, Onore e Libertà)
    3,31
    Giuseppe Fornaro (Sinistra dei Valori)
    2,32
    Francesco Fersini (Insieme in Comune)
    2,10
    Marica Felloni (Ferrara Futuro Insieme)
    1,84
    Mario Zamorani (Un’altra Ferrara)
    1,18

    FORLI’

    A Forlì ha votato il 70,22% degli aventi diritto contro il 77,97% delle scorse elezioni comunali. Dieci i candidati alla poltrona di primo cittadino. Davide Drei del PD conquista la poltrona di sindaco al primo turno con il 54,27%, staccando la sfidante del centrodestra Anna Rita Balzani, ferma al 20,59%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Davide Drei (PD, A Sinistra con Drei, Con Drei per Forlì)
    54,27
    Anna Rita Balzani (FI, FDI, Noi Forlivesi)
    20,59
    Daniele Avolio (M5S)
    11,52
    Daniele Mezzacapo (Lega Nord)
    3,39
    Raffaella Pirini (Destinazione Forlì)
    2,51
    Andrea Pasini (Amare Forlì)
    2,33
    Luigi Ascanio (Cambia Forlì)
    1,88
    Nicola Candido (Sinistra per Forlì)
    1,34
    Gino Perini (Insieme da Sinistra)
    1,08
    Paola Monaldi (Movimento Idea Sociale)
    0,57

    CESENA

    A Cesena ha votato il 72,22% degli aventi diritto contro il 77,26% delle scorse elezioni comunali. Tanti i candidati sindaco che corrono per la poltrona di primo cittadino che va al candidato del PD Paolo Lucchi, eletto al primo turno con il 54,79% dei voti; fermo al 16,78% lo sfidante del centrodestra Gilberto Zofoli.

    Candidati
    Percentuali
    Paolo Lucchi (centrosinistra)
    54,79
    Gilberto Zoffoli (centrodestra)
    16,78
    Natascia Guiduzzi (M5S)
    15,49
    Vittorio Valletta (Cesena siamo noi)
    3,95
    Antonella Celletti (Lega Nord)
    3,17
    Luigi Di Placido (Liberaldemocratici per Cesena, Progetto Liberale Cesena)
    3,04
    Antonella Celletti (Lega Nord)
    2,77
    Matteo Micucci (Rialzati Cesena)
    2,03
    Maria Grazia Zittignani (Comunisti Italiani)
    1,11

    MODENA

    A Modena ha votato il 72,17% degli aventi diritto contro il 76,90% delle scorse consultazioni. 15 le liste che si sono presentate e che vanno a sostegno di diversi candidati sindaco. Gian Carlo Muzzarelli del PD sfiora la vittoria al primo turno con il 49,71% e sfiderà al ballottaggio Marco Bortolotti del M5S, a quota 16,33%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Gian Carlo Muzzarelli (centrosinistra)
    49.71
    Marco Bortolotti (M5S)
    16,33
    Giuseppe Pellacani (centrodestra)
    12,52
    Adriana Querzè (Per me Modena)
    7,07
    Antonio Montanini (Cambiamodena)
    4,32
    Carlo Amedeo Giovanardi (Nuovo Centrodestra – Giovanardi sindaco)
    3,96
    Stefano Bellei (Prima i Modenesi)
    3,12
    Vittorio Ballestrazzi (Modena Salute Ambiente.it)
    1,63
    Flavio Costantino Mario Novara ( L’altra Modena-Sinistra in Comune)
    1,30

    REGGIO EMILIA

    A Reggio Emilia ha votato il 70,89% degli aventi diritto contro il 77,71% delle scorse elezioni comunali. Luca Vecchi del PD vince al primo turno con il 56,38%, staccando lo sfidante del M5S Norberto Vaccari, fermo al 17,08%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Luca Vecchi (centrosinistra)
    56,38
    Norberto Vaccari (M5S)
    17,08
    Donatella Prampolini (centrodestra)
    13,30
    Gianluca Vinci (Lega Nord)
    3,95
    Cinzia Rubertelli (progetto Reggio e Grande Reggio)
    3,32
    Ernesto D’Andrea (Città del Tricolore)
    2,72
    Francesco Fantuzzi (Un’altra Reggio)
    1,66
    Antonio Casella (Reggio Democratica e PDCI)
    1,55

    In Toscana hanno votato il 70,09% degli aventi diritto contro il 75,82% delle scorse elezioni comunali.

    FIRENZE
    A Firenze ha votato il 67,16% degli aventi diritto contro il 73,86% delle scorse elezioni comunali. La città sceglie il primo sindaco dell’era post Renzi e il candidato del PD, Dario Nardella, già vice del premier, arriva a Palazzo Vecchio con il 59,15%, staccando di molto lo sfidante del centrodestra Marco Stella al 12,06%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Dario Nardella (centrosinistra)
    59,15
    Marco Stella (centrodestra, Lega)
    12,06
    Miriam Amato (M5S)
    9,33
    Tommaso Grassi (SEL, PrC)
    8,20
    Cristina Scaletti (Liste civiche)
    4,46
    Achille Totaro (Liste Civiche)
    3,34
    Gianna Scatizzi (NcD, UdC)
    2,18
    Laura Bennati (Una città in comune)
    0,52
    Attilio Tronca (Partito Comunista dei Lavoratori)
    0,37
    Paolo Manneschi (Repubblica Fiorentina)
    0,23

    LIVORNO
    A Livorno ha votato il 64,54% degli aventi diritto contro il 69,82% delle scorse elezioni comunali. Si va al ballottaggio tra il candidato del PD Marco Ruggeri, al 39,97%, e lo sfidante del M5S Filippo Nogarin, al 19,01%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Marco Ruggeri (centrosinistra)
    39,97
    Filippo Nogarin (M5S)
    19,01
    Andrea Raspanti (Liste civiche)
    16,38
    Elisa Amato (FI)
    7,30
    Marco Cannito (Liste civiche)
    6,34
    Marcella Amadio (Cen-Des)
    4,64
    Ugo De Carlo (FARE per fermare il declino)
    1,90
    Costanza Vaccaro (NcD, UdC)
    1,76
    Cristiano Toncelli (Liste civiche)
    1,23
    Jacopo Tonelli (Liste Civiche)
    0,84
    Ruggero Rognoni (Partito Comunista dei Lavoratori)
    0,56

    PRATO
    A Prato ha votato il 69,35% degli aventi diritto contro il 75,38% delle scorse elezioni comunali. La città torna al centrosinistra dopo cinque anni di amministrazione del centrodestra con la vittoria al primo turno di Matteo Biffoni del PD, a 58,18%, che stacca Roberto Cenni al 28,71%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Matteo Biffoni (centrosinistra)
    58,18
    Roberto Cenni (centrodestra)
    28,71
    Mariangela Verdolini (M5S)
    9,12
    Mario Tognocchi (Liste civiche)
    0,99
    Carlo Domenico La Vigna (NCD)
    0,94
    Emiliano Bonini (FARE per fermare il declino)
    0,93
    Riccardo Bini (Città Forte)
    0,50
    Alessandro Rubino (Prato Viva)
    0,43
    Gisberto Gallucci (Partito Umanista)
    0,14

    In Umbria ha votato il 71,85% degli aventi diritto contro il 78,56% delle scorse elezioni.

    PERUGIA

    A Perugia ha votato il 69,75% degli aventi diritto contro il 78,17% delle scorse elezioni.

    Sono sei i candidati a sindaco di Perugia e sedici le liste presentate. Per la scelta del sindaco si dovrà attendere il ballottaggio tra il candidato del PD Wladimiro Boccali (46,55%) e lo sfidante del centrodestra Andrea Romizi (26,31%). Queste le percentuali

    Candidati
    Percentuali
    Wladimiro Boccali (centrosinistra)
    46,55
    Andrea Romizi (centrodestra)
    26,31
    Cristina Rosetti (M5S)
    19,08
    Urbano Barelli (Perugia rinasce, Crea Perugia)
    3,78
    Dramane Diego Waguè (Idee per Perugia)
    2,48
    Adriana Galgano (Scelta Civica)
    1,76

    TERNI

    A Terni ha votato il 68,07% degli aventi diritto contro il 76,16% delle scorse elezioni. Dodici i candidati sindaco. La sfida al ballottaggio sarà tra il candidato del PD Leopoldo Di Girolamo, al 47,00%, e lo sfidante del centrodestra Paolo Crescimbeni, al 20,22%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Leopoldo Di Girolamo (centrosinistra)
    47,00
    Paolo Crescimbeni (centrodestra)
    20,22
    Angelica Trenta (M5S)
    18,39
    Franco Todini (lista Il Cammello)
    3,50
    Lorenzo Carletti (Prc)
    2,65
    Dario Guardalben (Scelta civica)
    2,58
    Valerio Mecarelli (Terni da Salvare)
    1,68
    Francesco Bartoli (Democrazia diretta, Terni Verde)
    1,28
    Piergiorgio Bonomi (Casapound)
    0,88
    Stefano Bolletta (Bene Comune)
    0,69
    Romano Sciarretta (Terni Libera)
    0,66
    Enrico Busco (Pin)
    0,42

    Nelle Marche ha votato il 71,30% degli aventi diritto contro il 77,03% delle ultime consultazioni comunali.

    ASCOLI PICENO

    Ad Ascoli Piceno ha votato il 74,00% degli aventi diritto contro il 77,21% delle ultime consultazioni comunali. La città detiene il record del maggior numero di liste a sostegno dei candidati sindaco per queste elezioni amministrative. Ben 26 le liste a sostegno degli 8 candidati a primo cittadino. Vittoria al primo turno per Guido Castelli del centrodestra con il 58,92% che stacca di molto lo sfidante del centrosinistra Giancarlo Luciani, fermo al 16,15%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Guido Castelli (centrodestra)
    58,92
    Giancarlo Castiglia (centrosinistra)
    16,15
    Massimo Tamburri (M5S)
    7,62
    Davide Aliberti (Adesso Ascoli, Ascoli x Ascoli, Azione Popolare e Dignità ascolana)
    7,04
    Valeriano Camela (UdC)
    3,34
    Micaela Girardi (lista In Ascoli)
    3,15
    Pasquale Allevi (lista civica MAP)
    2,46
    Ilaria Mascetti (Ascoli Rossa)
    1,28

    PESARO

    A Pesaro ha votato il 71,60% degli aventi diritto contro il 77,07% delle ultime consultazioni comunali. Sei i candidati alla poltrona di primo cittadino. Netta la vittoria di Matteo Ricci del PD che passa al primo turno con il 60,51% delle preferenze, staccando Roberta Crescentini del centrodestra al 17,87%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Matteo Ricci (centrosinistra)
    60,51
    Roberta Crescentini (centrodestra)
    17,87
    Fabrizio Pazzaglia (M5S)
    16,43
    Albino Calcinari (La Rosa di Pesaro)
    2,47
    Luca Acacia Scarpetti (IdV)
    1,36
    Giammarco Romagna (Partito Comunista dei lavoratori)
    0,73
    Igor Jason Fradelloni (Cittadini 5 Stelle)
    0,59

    URBINO

    A Urbino ha votato il 75,66% degli aventi diritto contro il 79,25% delle ultime elezioni comunali. Sei i candidati a sindaco. Testa a testa tra la candidata del PD Maria Clara Muci al 37,60, e lo sfidante del centrodestra Maurizio Gambini al 33,54% che andranno al ballottaggio. Queste le percentuali.

    Candidati
    Percentuali
    Maria Clara Muci (centrosinistra)
    37,60
    Maurizio Gambini (Articolo 9 Sgarbi)
    33,54
    Francesca Crespini (Cut Libera Tutti)
    14,18
    Emilia Forti (M5S)
    8,41
    Piero Demitri (Con Demitri per Urbino).
    3,33
    Gualtiero De Santi (Sinistra per Urbino Agorà)
    2,91

    Nel Lazio ha votato il 74,33% degli aventi diritto contro il 79,25% delle scorse elezioni comunali.

    In Abruzzo ha votato il 69,28% degli aventi diritto contro il 71,30% delle ultime consultazioni comunali. I cittadini hanno votato anche per le Elezioni Regionali.

    PESCARA

    A Pescara ha votato il 70,11% degli aventi diritto contro il 71,47% delle scorse elezioni. Nove i candidati a primo cittadino. Per l’elezione del primo cittadino si dovrà attendere il ballottaggio tra il candidato del PD Marco Alessandrini, al 47,00%, e Luigi Albore del centrodestra, al 22,83%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Marco Alessandrini (centrosinistra)
    43,00
    Luigi Albore Mascia (centrodestra)
    22,83
    Enrica Sabatini (M5S).
    16,09
    Guerino Testa (NCD)
    12, 02
    Roberto De Camillis (Lista civica)
    1,99
    Loredana di Paola (L’altra città).
    1,68
    Florio Corneli (Lista Civica)
    1,05
    Vincenzo Serraiocco (Lista Civica).
    0,71
    Alessio Di Carlo (La Grande Pescara).
    0,59

    TERAMO

    A Teramo ha votato il 74,25% degli aventi diritto contro il 76,35% delle scorse elezioni. Sette i candidati a primo cittadino. Sfiora la vittoria al primo turno Maurizio Brucchi del centrodestra, al 49,78%, che sfiderà al ballottaggio Manola Di Pasquale, del PD, al 25,09%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Maurizio Brucchi (centrodestra)
    49,78
    Manola Di Pasquale (centrosinistra)
    25,09
    Fabio Berardini (M5S)
    8,16
    Gianluca Pomante (Finallmente Pomante)
    7,71
    Graziella Cordone (Città di virtù e Sinistra Partecipattiva)
    4,06
    Berardo Rabbuffo (Libera Teramo e Con Rabbuffo Sindaco)
    2,60
    Giorgio Giannella (Prospettiva Comune)
    2,56

    Leggi anche>>>Comunali 2014 a Pescara e Teramo

    In Molise ha votato il 64,65% degli aventi diritto contro il 71,03% delle scorse elezioni comunali.

    CAMPOBASSO
    A Campobasso ha votato il 72,40% degli aventi diritto contro il 81,26% delle scorse elezioni comunali. Si avvia all’elezione al primo turno Antonio Battista del PD con il 50,03% quando manca ancora una sezione da scrutinare; 20,34% la percentuale del candidato M5S Roberto Gravina. Queste le percentuali:

    Antonio Battista (PD): 50,03%
    Roberto Gravina (M5S): 20,34%
    Michele Scasserra (lista civica): 17,38%
    Luigi Di Bartolomeo (FI): 9,40%
    Giuseppe Saluppo (lista civica): 2,83%

    In Campania ha votato il 73,10% degli aventi diritto contro il 76,41% delle ultime consultazioni comunali.

    In Puglia ha votato il 71,00% degli aventi diritto contro il 75,91% delle ultime elezioni comunali.

    BARI

    A Bari ha votato il 67,54% degli aventi diritto contro il 74,08% delle scorse elezioni comunali. 34 le liste presentate per le prossime elezioni comunali. In totale i candidati alla poltrona di primo cittadino sono 10. Sfiora la vittoria al primo turno il candidato del PD Antonio Decaro che si ferma al 49,38% e che dovrà sfidare al ballottaggio il candidato del centrodestra Mimmo Di Paola al 36,76%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Antonio Decaro (centrosinistra)
    49,38
    Mimmo Di Paola (centrodestra)
    35,76
    Sabino Mangano (M5S)
    7,62
    Desirée Digeronimo (FARE, liste civiche)
    3,16
    Luigi Paccione (Convochiamoci per Bari)
    1,49
    Stefano Miniello (Nuova Era – Liberaldemocratici)
    1,00
    Matteo Magnisi (Identità Popolare)
    0,77
    Marco Cornaro (Polo Barese)
    0,43
    Michele Ladisa (Movimento di Insorgenza Duosiciliano)
    0,19
    Giacomo Petrelli (Alternativa Comunista)
    0,15

    FOGGIA

    A Foggia ha votato il 70,40% degli aventi diritto contro il 75,23% delle scorse elezioni comunali. Nove i candidati sindaco. Si sfideranno al ballottaggio Franco Landella del centrodestra avanti con il 32,41%, e il candidato del centrosinistra Augusto Marasco, al 29,89%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Franco Landella (centrodestra)
    32,41
    Augusto Marasco (centrosinistra)
    29,89
    Leonardo Di Gioia (liste civiche)
    18,54
    Luigi Miranda (Liste Civiche)
    7,65
    Vincenzo Rizzi (M5S)
    7,09
    Lucia Lambresa (Liste Civiche)
    1,77
    Gianfranco Piemontese (SEL e PRC)
    1,47
    Domenico Fiano (Onda del Popolo)
    0,92
    Giuseppe Martorana (Forza Nuova, Nuovo Ordine Nazionale)
    0,21

    In Basilicata ha votato il 64,52% degli aventi diritto contro il 71,91% delle scorse elezioni comunali.

    POTENZA
    A Potenza ha votato il 75,11% degli aventi diritto contro l’81,69% delle scorse elezioni comunali. Per l’elezione a sindaco si dovrà attendere il ballottaggio tra Luigi Petrone (PD) al 47,82%, e lo sfidante di Fratelli d’Italia e i Popolari Dario De Luca al 16,79&. Queste le percentuali:

    Luigi Petrone (csx): 47,82%
    Dario De Luca (FdI, Popolari, lista civica): 16,79%
    Roberto Falotico: (IdV, liste civiche): 14,56%
    Michele Canizzaro (FI, NCD, lista civica): 12,85%
    Savino Giannizzari (M5S): 6,18%
    Giuseppe Di Bello (lista civica): 1,78%

    In Calabria ha votato il 63,43% degli aventi diritto contro il 67,90% delle scorse elezioni comunali.

    In Sardegna ha votato il 64,78% degli aventi diritto contro il 69,64% delle scorse elezioni comunali.

    SASSARI
    A Sassari ha votato il 63,84% degli aventi diritto contro il 67,94% delle scorse elezioni comunali. Vittoria netta al primo turno per il candidato del PD Nicola Sanna che vince con il 65,28% dei voti, staccando Rosanna Arru del centrodestra a 13,07%. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Nicola Sanna (centrosinistra)
    65,28
    Rosanna Arru (centrodestra)
    13,07
    Maurilio Murru (M5S)
    11,97
    Nicola Lucchi (Liste Civiche)
    6,87
    Antonio Cardin (Partito Sardo d’Azione)
    1,99
    Cristiano Sabino (Fronte Indipendentista Unidu)
    0,79

    CALTANISETTA

    A Caltanisetta ha votato il 64,86% degli aventi diritto contro il 70,84% delle scorse elezioni comunali. Con ancora 5 seggi da scrutinare, ci si avvia al ballottaggio tra il candidato del PD Giovanni Ruvolo al 46,67% e Michele Giarratana sostenuto da liste civiche. Queste le percentuali:

    Candidati
    Percentuali
    Giovanni Ruvolo (centrosinistra)
    46,67
    Michele Giarratana (liste civiche)
    15,22
    Sergio Iacona (centrodestra)
    14,02
    Giuseppe Lo Verme (liste civiche)
    13,57
    Giovanni Magrì (M5S)
    10,01
    Conny Fasciana (Partito Comunista dei lavoratori)
    0,50

    LEGGI ANCHE>>>

    Elenco dei Comuni e normativa

    8035

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ElezioniElezioni amministrativePoliticaRegioni

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI