Elezioni Europee 2014: aggiornamenti in tempo reale dal seggio

da , il

    Si sono aperti domenica mattina alle ore sette i seggi per le Elezioni Europee 2014 in Italia. Sono 49 milioni gli elettori italiani che potranno esprimere la loro preferenza e scegliere così i nuovi 73 europarlamentari che toccano al nostro Paese. Si vota anche per le Elezioni Regionali in Abruzzo e Piemonte, mentre 4.086 Comuni, tra i quali 5 capoluoghi di regione, sono interessati dalle Elezioni Comunali. Le urne resteranno aperte sino alle 23. Ecco gli aggiornamenti in tempo reale direttamente dai seggi della Penisola.

    DOMENICA FINO ALLE 23 SI VOTA IN ITALIA, ECCO COME FARE

    SEGUI LO SPECIALE SULLE ELEZIONI COMUNALI

    Beppe Grillo ha votato

    15.00, Genova. Beppe Grillo si è recato a votare al seggio di Sant’Ilario a Genova. Il leader del Movimento 5 Stelle si è presentato in moto, insieme con la compagna. Ha rilasciato anche una dchiarazione spiegando che “L’obiettivo è vincere e fare qualcosina in più del Pd“.

    Giorgio Napolitano ha votato

    12.30, Roma. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha votato per il rinnovo del Parlamento europeo. Il Capo dello stato si é recato, accompagnato dalla signora Clio, nel seggio allestito in una scuola del quartiere Monti a Roma. Il Capo dello stato non ha risposto ai cronisti che hanno provato ad interpellarlo: “Buona giornata a voi tutti“, ha detto loro avviandosi verso l’uscita.

    Matteo Renzi ha votato

    11.00, Pontassieve. Il premier Matteo Renzi si è recato insieme alla moglie al seggio elettorale della scuola De Amicis a Pontassieve. Uscito dalla cabina ha salutato gli scrutatori e, soffermandosi spesso con i cittadini, si è poi allontanato dalla scuola dirigendosi in chiesa.

    Ignazio Marino ha votato

    10.30, Roma. Il sindaco di Roma Ignazio Marino ha votato nel seggio allestito nella scuola elementare Gianturco, in via della Palombella, a pochi passi dal Pantheon. Arrivato al seggio in bicicletta, Marino ha risposto ai cronisti: “Penso che un passo indietro nell’unità strategica ed economica dell’Europa sarebbe molto grave per tutti, per europei, italiani, romani e romane – ha commentato Marino dopo aver votato – Più procederemo uniti per la costituzione degli Stati Uniti d’Europa, piu’ conteremo al tavolo dei legittimi interessi dei continenti”.

    Scrutatrice presa in ostaggio da uomo armato

    9.30, Termini Imerese, Seggio 22. Un uomo armato di un coltello è entrato nel seggio allestito nella scuola Paolo Balsamo di Termini Imerese (Pa). Ha puntato l’arma contro una scrutatrice, minacciandola. Secondo i primi accertamenti sarebbe affetto da problemi psichici. E’ intervenuta la polizia di vigilanza al seggio che ha bloccato l’uomo sottoponendolo a trattamento sanitario. Dopo il fermo del 63enne le operazioni di voto sono proseguite con regolarità.