Elezioni Europee 2014 Italia data: come e quando si vota?

Elezioni Europee 2014 Italia data: come e quando si vota?
da in Elezioni Europee, Parlamento europeo, Politica, Unione Europea
Ultimo aggiornamento:
    Elezioni Europee 2014 Italia data: come e quando si vota?

    Le Elezioni Europee 2014 in Italia: come e quando si vota? Le votazioni cadono nella data del 25 maggio. Naturalmente non si tratta di un giorno uguale per tutti gli Stati che fanno parte dell’Europa unita, perché ciascuno di essi ha scelto uno specifico giorno. In generale in tutte le nazioni europee si voterà tra il 22 e il 25 maggio, in modo da andare incontro alle differenti abitudini elettorali. Difatti a questo riguardo bisogna specificare che non tutti i cittadini europei sono soliti votare nella sola giornata di domenica. Il Consiglio europeo ha scelto la data, tenendo conto delle esigenze particolari di ogni Stato. Il voto è molto importante, perché si devono eleggere i nostri rappresentanti al Parlamento.

    LEGGI ANCHE:
    - Chi è il Presidente della Commissione Europea? Tutti i candidati
    - Sondaggi in Italia e in Europa
    - Tutti gli esclusi dalle liste
    - Candidati tanti vip e pochi volti nuovi

    Tra l’altro queste sono le prime votazioni in Europa, alle quali partecipa anche la Croazia. Ormai i partiti stanno portando avanti la campagna elettorale, dopo la scelta dei candidati per la carica di presidente della Commissione UE. Gli ultimi sondaggi elettorali che riguardano l’Italia e anche il resto d’Europa mostrano come un ruolo molto importante sarà svolto dai partiti euroscettici.

    In Italia si vota domenica 25 maggio. Ci sono delle norme ben precise, che hanno portato alla scelta di questa data. A stabilirle sono l’articolo 10 e 11 sulle elezioni dirette del Parlamento europeo. Secondo ciò che è stabilito, le elezioni devono essere svolte ogni 5 anni nel primo fine settimana disponibile. Le votazioni del 2009 erano state dal 4 al 7 giugno e, quindi, quest’anno si sarebbe dovuto votare dal 5 all’8 giugno.

    Per decisione del Consiglio europeo si è trovata una data differente, per evitare coincidenze con il periodo della Pentecoste.

    Per decisione del Parlamento europeo, il Consiglio avrebbe dovuto scegliere un fine settimana fra il 15 e il 22 maggio. In via definitiva si è deliberato per il periodo che va dal 22 al 25 maggio 2014. Ogni Stato che fa parte dell’Unione Europea può decidere in quale giorno e per quanto le urne saranno aperte. Per questo, ad esempio, nel Regno Unito si voterà di giovedì, come è d’abitudine. In associazione a queste consultazioni, in alcune nazioni ce ne saranno altre. Per esempio in Belgio si voterà anche per rinnovare la Camera dei rappresentanti e anche in Italia, in Germania e nel Regno Unito ci saranno altre elezioni locali.

    L’Italia, alle elezioni europee, va ad eleggere 72 deputati. L’elettore riceverà una scheda di differente colore in base alla circoscrizione a cui appartiene. Le circoscrizioni italiane sono: Nord Est, Nord Ovest, centro, Sud, isole. L’elettore deve segnare una x sul partito scelto e poi esprimere dei voti di preferenza, indicando il cognome del candidato. Le preferenze esprimibili sono fino ad un massimo di 3. Il sistema elettorale utilizzato è quello proporzionale, con una soglia di sbarramento che corrisponde al 4%.

    I candidati che vengono eletti dai partiti successivamente entreranno a far parte dello schieramento europeo, di cui fa parte il loro stesso partito. Ad esempio, il PD rientra nel PSE e Forza Italia nel PPE. Il PPE è il Partito Popolare Europeo, la cui ideologia si caratterizza per un liberalismo conservatore e un cristianesimo democratico. Il PSE è il partito del socialismo europeo, di orientamento socialista, socialdemocratico e laburista, che è stato fondato nel 1992.

    LEGGI ANCHE:
    - I candidati del Movimento 5 Stelle
    - I candidati di Forza Italia
    - I candidati del Partito Democratico
    - I candidati di Tsipras
    - I candidati della Lega Nord
    - I candidati del Nuovo Centrodestra

    779

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Elezioni EuropeeParlamento europeoPoliticaUnione Europea
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI