Incentivi Auto 2017-2018: il governo dice no e investe su trasporto pubblico e rete di ricarica elettrica

A margine di un convegno sul settore auto, il Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio esclude la possibilità di incentivi auto di breve periodo per l'aggiornamento del parco vetture circolante. Invece degli incentivi auto si investe sul trasporto pubblico e sulla rete di ricarica elettrica

da , il

    Incentivi Auto 2017-2018: il governo dice no e investe su trasporto pubblico e rete di ricarica elettrica

    Non sono in programma incentivi auto per il 2017/2018, è quanto annunciato il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, parlando a margine del convegno che si è tenuto a Torino, organizzato da Fiom e Cgil sull’auto, a spiegare come nelle intenzioni del governo non ci sia quella di dare incentivi auto per il rinnovo del parco vetture circolante. “Per ora non abbiamo scelto la strada degli incentivi. Abbiamo scelto la strada di favorire altri tipi di mobilità, quella pubblica, autobus e treni pendolari, oltre ad investire sul piano nazionale delle reti di ricarica elettrica”, ha chiarito il Ministro, chiudendo il discorso con una chiosa: “Il mercato dell’auto sta andando molto bene. È cresciuto insieme all’industria automobilistica in Italia. Quindi per ora mi pare che non ci sia all’orizzonte un incentivo di nessun tipo per il rinnovo del parco auto”.

    Incentivi Auto 2017-2018: il governo dice no

    Favorire altri tipi di mobilità, quella pubblica, autobus e treni pendolari, investire sul piano nazionale delle reti di ricarica elettrica: questa è la sfida dell’esecutivo per il futuro della mobilità alternativa in Italia, ma al momento non ci sono altri dettagli sul piano d’investimento nazionale. La notizia certa è che non sono previsti incentivi auto. Almeno per il 2017 e il 2018. L’argomento sarà ripreso e ridiscusso, eventualmente, dal prossimo governo.