Cinture di sicurezza e seggiolini, controlli a raffica per tutta la settimana

La Polizia stradale effettuerà controlli straordinari sull’utilizzo delle cinture di sicurezza e dei seggiolini per bambini; operazione promossa con gli organi di Polizia di tutta Europa

da , il

    Parte oggi la campagna straordinaria di controllo sul corretto utilizzo di cinture di sicurezza e dei seggiolini per bambini promossa dal network Europeo delle Polizie Stradali.

    Network, denominato “Tispol” e nato nel 1996, al quale aderiscono, oltre all’Italia, tutti gli Stati membri della Ue, insieme a Svizzera e Norvegia con la Serbia come osservatore.

    L’obiettivo dell’iniziativa è quello di ridurre il numero delle vittime della strada e di elevare gli standard di sicurezza stradale. Scendendo nel dettaglio, in Italia fino al 17 settembre verranno predisposti specifici controlli sull’intera rete stradale ed in particolare sulle autostrade e sulle arterie di grande comunicazione.

    Ricordiamo che l’uso della cintura di sicurezza è obbligatorio su tutti i sedili, anche quelli posteriori. Inoltre i bambini fino a 1,5 metri di altezza vanno assicurati con seggiolini omologati. Chi non utilizza le cinture di sicurezza e i sistemi di ritenuta per bambini, rischia una multa da 81 a 326 euro e la decurtazione di 5 punti sulla patente. Inoltre in caso di recidiva nell’arco dei due anni, scatta anche la sospensione della patente da quindici giorni a due mesi.