Autovelox, arrivano nuove regole che faranno felici gli automobilisti

Il Ministero dell'Interno ha emanato una nuova direttiva per l'uso corretto dei rilevatori di velocità da parte delle forze dell’ordine; ecco tutte le novità

da , il

    Con la circolare del 21 luglio 2017 il Ministero dell’Interno fissa le nuove regole e la corretta segnaletica da utilizzare con i rilevatori di velocità. In particolare con questa nuova regolamentazione vengono specificate in modo dettagliato le modalità di collocazione ed uso dei dispositivi di controllo elettronico della velocità sul territorio nazionale. Nuove regole che faranno felici gli automobilisti italiani; vediamole nel dettaglio.

    Autovelox, addio alle postazioni nascoste o finte

    Con questa nuova circolare vengono messi al bando i controlli per eccesso di velocità bidirezionali senza adeguata segnaletica a doppia faccia. In parole povere dovranno essere utilizzati cartelli molto chiari e facilmente individuabili dagli automobilisti.

    Inoltre diventano illegali anche i segnali che avvertono della presenza di un controllore elettronico senza alcuna strumentazione nei paraggi. Addio, quindi, alla postazioni finte ormai diffusissime sulla rete stradale italiana. Nel caso del controllo della velocità media effettuato con il Tutor, il tratto sottoposto a controllo non potrà mai essere inferiore a 500 metri. La circolare specifica poi che “alla velocità accertata dall’apparecchio di misura deve essere applicata una riduzione a favore del trasgressore pari al 5% del valore rilevato, con un minimo di 5 km/h.

    Infine i sistemi di rilevamento laser dovranno essere posizionati in aree facilmente visibili dall’automobilista; addio quindi anche alle postazioni mobili nascoste, spesso utilizzate dalle Forze di Polizia Locali.

    Guida in stato d’ebbrezza e uso degli smartphone

    Nella recente circolare ministeriale arrivano inoltre nuove indicazioni in materia di prevenzione degli incidenti causati da alcool, droga o distrazione causata dallo smartphone.

    In particolare vengono sollecitate le Forze di Polizia e le Polizie Locali ad incrementare l’acquisto e l’utilizzo dei vari dispositivi di controllo (come gli etilometri) utili a verificare il consumo di alcool e droghe da parte degli automobilisti. Infine le forze dell’ordine dovranno rafforzare i controlli relativi all’uso scorretto dello smartphone in auto.