Guidare in ciabatte: si può o si rischia la multa?

Cosa dice la legge sulla guida in infradito: facciamo chiarezza

da , il

    Guidare in ciabatte: si può o si rischia la multa?

    Guidare in ciabatte si può o no? Indossare un paio di infradito mentre si è alla guida è permesso, o se ci fermano i vigili ci fanno la multa? Quello della guida in ciabatte, o addirittura scalzi, è il solito dilemma estivo degli italiani. Facciamo un po’ di chiarezza.

    Si può guidare in ciabatte? La legge non lo vieta ma, allo stesso tempo, non tutela gli autisti che finiscano tra le grinfie delle assicurazioni, in caso di incidente, o di un vigile severo.

    Secondo quanto riportato dal portale di diritto “La legge per tutti”, «attualmente non esiste una norma specifica che sanzioni chi guida con le scarpe aperte o scalzo».

    Insomma, quando andiamo al mare possiamo guidare in infradito? Non proprio. Il legislatore, infatti, «ha sostituito la predetta norma con una di carattere più generico, da interpretare caso a caso». Insomma, ci sono dei casi in cui il vigile può farci la multa. A sua discrezione.

    Cosa c’entrano le assicurazioni? «È abitudine delle assicurazioni verificare se lo scontro è stato determinato da negligenza grave – spiega il portale – la compagnia, qualora sul verbale dovesse risultare indicato che il conducente guidava scalzo, potrebbe appigliarsi a questo, sebbene non sia stata elevata nessuna multa. La questione andrà contestata nelle opportune sedi giudiziarie, ma di sicuro, potrebbe costituire un grande ostacolo».

    Insomma, per non rischiare, meglio guidare con le scarpe chiuse.