Prescrizione bollo auto, cos’è e come funziona

Stabiliti i termini di prescrizione bollo auto in 3 anni, che si cominciano a contare dall'anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il versamento. La prescrizione vale che sia stato o meno notificato entro i termini un avviso di accertamento

da , il

    Prescrizione bollo auto, cos’è e come funziona

    Come funziona la prescrizione bollo auto? Una sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Bari, la n. 3647, ha confermato il funzionamento del meccanismo di prescrizione in caso di omissione del pagamento della tassa automobilistica, che può comportare una serie di conseguenze anche piuttosto onerose per le tasche: quando scatta la prescrizione del bollo auto il contribuente non è più tenuto a pagarlo, e i termini della stessa sono di 3 anni. Vediamo maggiormente in dettaglio il meccanismo della prescrizione del bollo auto, che risulta esteso fino al 2013.

    I termini di prescrizione bollo auto sono di 3 anni, come abbiamo anticipato, e vengono calcolati sia nel caso in cui sia stato notificato entro i termini un avviso di accertamento, sia quando invece nei 3 anni successivi non sia stato inviato alcun atto interruttivo: questi 3 anni si cominciano a calcolare dall’anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il versamento. Proviamo a fare qualche esempio per chiarire meglio: se il proprietario della vettura omette di pagare la tassa automobilistica ad esempio nel 2010, e gli viene notificato un avviso di accertamento a settembre 2013, il bollo auto cade in prescrizione dopo il 31 dicembre 2016, dunque dopo un triennio dall’ultimo avviso notificato a cui si aggiungono 61 giorni consecutivi dalla suddetta notifica previsti per legge. Se invece la cartella dell’Agenzia delle Entrate è stata notificata nel corso del 2016 la prescrizione bollo auto non scatta, al contrario se la cartella è emessa a partire dal 1 gennaio 2017, il bollo è prescritto.

    Calcolo prescrizione bollo auto: un esempio

    Sostanzialmente la prescrizione bollo auto scatta una volta decorsi 3 anni successivi all’anno in cui doveva essere effettuato il versamento della tassa, salvo arrivo della cartella di Equitalia che sposta i tempi della stessa: siete ancora confusi? Proviamo a fare un altro esempio di calcolo. Ipotizziamo una scadenza a dicembre 2015, il pagamento bollo auto può essere effettuato entro il 31 gennaio del 2016: cosa succede se non pago? Il tempo di prescrizione inizia dal 1 gennaio 2017 per giungere fino al 31 dicembre 2019, ma se nel frattempo Equitalia o altro agente di riscossione invia una cartella di pagamento nel corso del 2017, i 3 anni si ricalcolano da capo partendo dalla data di notifica, procrastinandolo di un anno e così fino al 31 dicembre 2019. Oltre questa data, nell’esempio riportato il 31 dicembre 2019 appunto, se giunge un avviso di pagamento il proprietario dell’auto non è più tenuto a pagare il vecchio bollo in quanto caduto in prescrizione dal 1 gennaio 2020.