NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Foto nuova Ferrari F1 2017: presentazione, immagini e le novità

Foto nuova Ferrari F1 2017: presentazione, immagini e le novità

Ufficiale la monoposto che parteciperà al Mondiale di Formula 1 2017, le foto della Ferrari F1 con i piloti della scuderia

da in Ferrari, Motori
Ultimo aggiornamento:
    Foto nuova Ferrari F1 2017: presentazione, immagini e le novità

    Sono stati tolti i veli alla Ferrari F1 2017, dopo la presentazione avvenuta il 24 febbraio a Fiorano. La monoposto che parteciperà al campionato mondiale di Formula 1 2017, che si avvierà a Melbourne nel weekend dal 24 al 26 marzo, si chiama SF70H. Le lettere SF stanno ovviamente per Scuderia Ferrari; il 70 indica il numero di anni dell’azienda, che proprio nel 1947 avviò la costruzione di automobili; la lettera H naturalmente sta per ibrida. Il volante nei gran premi sarà affidato come sempre a Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, mentre il ruolo di terzo pilota è da quest’anno assegnato al promettente Antonio Giovinazzi, il quale nel 2016 si è classificato al secondo posto nel campionato di GP2.

    Ferrari F1 2017

    Il dettaglio della Ferrari F1 2017 che maggiormente si nota e di cui si è tanto parlato in questi giorni è la pinna che copre il cofano motore. Si tratta di un accorgimento aerodinamico che dovrebbe portare dei benefici, dopo il profondo cambio regolamentare di quest’anno. E’ una soluzione che i prototipi dell’endurance adottano da qualche anno in LMP1. Non tutte le scuderie di Formula 1 lo applicano allo stesso modo. Fra quelle viste finora Force India, Renault e Sauber lo usano più o meno in una configurazione simile, Mercedes no, almeno per ora; però dalla scuderia campione del mondo hanno fatto sapere che da qui a Melbourne l’intera configurazione aerodinamica potrebbe cambiare; la loro pinna dovrebbe diventare molto più alta. Nemmeno la pinna della Ferrari è proprio uguale a quella delle rivali, a quanto si vede.

    Più che altro è una vela, sormontata da un’altra appendice a forma di T (una soluzione vagamente simile a quella della Mercedes). Deriva dai regolamenti anche l’ala posteriore molto più bassa rispetto al passato. Altrettanto in evidenza è la zona delle pance laterale, le cui bocche sono molto strette.
    Da notare poi anche un omaggio alla casa senza la quale la Ferrari non sarebbe mai nata: l’Alfa Romeo. Sulla fiancata della SF70H, in basso, si vede infatti il mitico quadrifoglio verde con la relativa scritta.

    428

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FerrariMotori
    PIÙ POPOLARI