Perché si deve controllare la pressione dei pneumatici

Un'operazione fondamentale ma troppo spesso trascurata

da , il

    Perché si deve controllare la pressione dei pneumatici

    Perché si deve controllare la pressione dei pneumatici? La domanda non è ovvia, perché un sacco di gente non si pone proprio il problema e circola in condizioni assurdamente pericolose, salvo poi lamentarsi perché la macchina non sta in strada (ammesso che se ne accorgano) o perché le gomme si consumano troppo in fretta (ammesso che non circolino con le gomme lisce).

    Ricapitolando, è importante controllare la pressione per due fondamentali motivi: 1) non farlo è pericoloso; 2) non farlo è anche costoso.

    Cominciamo dal primo motivo. La pressione dell’aria nel pneumatico cala normalmente nel tempo, anche nelle gomme di migliore qualità, anche usando il veicolo nel migliore dei modi (ma chi usa il veicolo nel migliore dei modi controlla anche la pressione…).

    Questo perché la parte della gomma a contatto col cerchione non è a tenuta stagna, non può esserlo. Né lo è la valvola. Quindi l’aria fuoriesce in microscopiche quantità ogni momento. Dopo alcune settimane diventa insufficiente.

    Pneumatici poco gonfi quale pericolo?

    Perché è pericoloso circolare con le gomme poco gonfie? Perché quando il pneumatico si sgonfia, esso si abbassa ai lati. Quindi con l’attrito della circolazione, innaturale in quei punti, si consumerà molto rapidamente; di conseguenza il battistrada sarà molto meno efficiente nello smaltimento dell’acqua quando piove. Inoltre, quando la gomma si abbassa ai lati, i canali del battistrada vengono chiusi, aumentando enormemente i rischi di slittamento e aquaplaning.

    I pericoli ci sono anche quando le gomme vengono gonfiate troppo. In questo caso la vettura si alza e viene esercitato un carico maggiore al centro del pneumatico. Quindi il battistrada si consumerà di più in questa zona, tornando agli stessi pericoli di prima. Inoltre, un pneumatico eccessivamente gonfiato corre il rischio di esplodere a velocità molto elevate; se la velocità aumenta, aumenta anche l’attrito, quindi sale la temperatura dell’aria, che così aumenterà di volume, incrementando ulteriormente la pressione: boom! Infine, se si marcia con gomme troppo gonfie su terreni molto accidentati, è elevatissimo il rischio di danneggiamento della gomma.

    Non controlli la pressione dei pneumatici? Attenzione ai costi

    Arriviamo al secondo motivo. Perché è costoso non controllare la pressione? Proprio per i motivi prima elencati. Se la gomma si consuma più rapidamente del normale o si danneggia, andrà sostituita prima; i pneumatici costano.

    Per tutti questi motivi, è fondamentale controllare la pressione dei pneumatici almeno una volta al mese, utilizzando uno strumento preciso (dal benzinaio o dal gommista); il controllo va effettuato a freddo e il gonfiaggio deve avvenire nei valori fissati dal costruttore del veicolo, elencati nel manuale d’uso.