Eicma 2016, le 10 novità più attese

Eicma 2016, le 10 novità più attese

Le moto su cui il pubblico poserà maggiormente gli sguardi al salone del ciclo e motociclo di Milano

da in Moto, Motori, News Motori
Ultimo aggiornamento:
    Eicma 2016, le 10 novità più attese

    Eicma 2016, il salone del ciclo e motociclo di Milano, sta scaldando i motori per la manifestazione in programma dall’8 al 13 novembre (apertura al pubblico 10-13 novembre) alla fiera di Rho. Tra le numerose anteprime che i principali costruttori mondiali porteranno all’evento milanese, diamo una rapida occhiata alle 10 novità più attese. Ordine alfabetico per marca.

    APRILIA TUONO 125

    Per i giovani a cui piace la sportività, completa, accattivante ma anche funzionale e pensata per due. Da un punto di vista tecnico l’Aprilia Tuono 125 è in evidenza la nuova forcella a steli rovesciati, così come la sospensione posteriore, completamente riprogettata. Per i freni troviamo all’anteriore un disco da 300 millimetri e al posteriore uno da 220. Motore Euro 4 monocilindrico. Ci sono attenzioni anche per i passeggero, come mostra la sella di dimensioni generose con le maniglie.

    La BMW R Nine T GS è la quinta della serie Nine T. Motore Euro 4 da 110 cavalli, cilindrata 1170 centimetri cubici, il classico bicilindrico boxer bavarese è raffreddato ad aria. Arriva all’Eicma in anteprima mondiale. Per chi ama le gite senza stress, ma non disdegna di andare ogni tanto anche fuori dall’asfalto.

    Si sa ancora poco, a Borgo Panigale si tengono tutte le informazioni per l’Eicma. Sarà però la Panigale più veloce di sempre, dotata di tecnologie avanzatissime. Intanto la struttura è tutta in fibra di carbonio. Lo scarico dovrebbe essere lo stesso della moto da competizione che corre in Superbike. La cilindrata non sarà 1.4 come si potrebbe pensare dal nome, il quale indica solo la data di avvio del progetto, cioè agosto 2014. Il motore, il Superquadro, conserva la cubatura di 1.285 cc. Per saperne di più dobbiamo attendere, insomma.

    HONDA CB1100EX

    Il modello 2017 della Honda CB1100EX, anticipato all’Intermot di Colonia, ha uno stile classico, dal sapore anni Settanta, comprese le ruote a raggi da 18 pollici. Motore a 4 cilindri da 1.140 cc, potenza di 90 cavalli a 7.500 giri, coppia di 91 Newton metri a 5.500 giri. Raffreddamento aria/olio. Omologazione Euro 4.

    Sportiva a livello d’ingresso, motore bicilindrico Euro 4, 649 cc, 69 cavalli. Peso di 193 Kg per la versione con ABS, frizione servoassistita di serie. I consumi sono stati ridotti di quasi il 7%. Decisivo il notevole alleggerimento, 19 Kg in meno della ER-6F di cui prende il posto.

    Prevista anche una versione depotenziata per i neopatentati.

    KTM 1090 ADVENTURE

    Due nuove proposte entry level per l’enduro da viaggio. Molta elettronica, il motore Euro 4 guadagna ben 30 cavalli, arrivando ad un totale di 125 cavalli ad 8.500 giri. Peso di 205 Kg. Invariata la struttura della moto. Previsto come optional un pacchetto offroad. C’è anche la versione da 95 cavalli per chi ha la patente A2. Poi ovviamente per gli amanti del fuoristrada è disponibile la Adventure 1090 R.

    Una serie limitata di 350 esemplari per questa moto trasferita direttamente dal campionato Supersport. Due versioni, la 675 (100 esemplari) e la 800 (275 unità). La prima eroga 128 cavalli a 14.400 giri, la seconda 148 ma a 13.000 giri. Controllo di trazione regolabile su 8 livelli. Sui fianchi della moto ci sono le firme dei piloti ufficiali Lorenzo Zanetti e Jules Cluzel.

    Anticipate all’Intermot di Colonia, le due nuove versioni della Vespa GTS acquisiscono i motori i-get, dotati di iniezione elettronica, 4 valvole e raffreddamento a liquido. Classe di emissioni Euro 4. Le nuove GTS hanno anche un sistema di Start&Stop, chiamato RISS: al posto del tradizionale motorino di avviamento c’è un dispositivo elettrico montato direttamente sull’albero motore. I freni hanno l’ABS. La Vespa GTS 125 ha 12 cavalli, la 150 ne ha 15.

    SUZUKI GSX R 1000

    Se la prova Kevin Schwantz, significa che va veramente forte. Del resto la potenza di 202 cavalli qualche suggerimento dovrebbe darlo. L’infuocato motore a quattro cilindri in linea a fasatura variabile ha soddisfatto anche il funambolico pilota texano, che ha definito l’erogazione della potenza “smooth”, fluida. L’elettronica permette di domare la belva anche a chi non è stato campione del mondo.

    Chiudiamo con l’attesa nuova versione del vendutissimo scooter della casa giapponese. L’aspetto e le caratteristiche tecniche sono ancora top secret, il teaser di qualche giorno fa mostra solo il dettaglio dei fari a Led. Il motore sarà Euro 4 e potrebbe mantenere la stessa cilindrata attuale di 530 cc. Per il resto è necessario attendere la conferenza stampa del 7 novembre, quando ci sarà il reveal.

    964

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MotoMotoriNews Motori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI