Auto connesse: per Ford un futuro senza semafori rossi

Auto connesse: per Ford un futuro senza semafori rossi

Un progetto in fase di sperimentazione che si basa sullo scambio di dati

da in Curiosità Auto, Ford, Motori, Prodotti Motori
Ultimo aggiornamento:
    Auto connesse: per Ford un futuro senza semafori rossi

    Si parla con crescente frequenza di auto connesse, tuttavia l’espressione riguarda tecnologie estremamente complesse e ancora in fase abbastanza embrionale di sviluppo, quindi è difficile comprendere bene di cosa si tratta. Come sempre, gli esempi sono la strada migliore verso l’apprendimento. Un beneficio importante di un sistema stradale interconnesso potrebbe essere l’eliminazione o quanto meno la forte riduzione delle code ai semafori, perché si viaggerebbe quasi sempre col verde. E’ uno dei progetti su cui stanno lavorando i centri di ricerca della Ford.

    Questa tecnologia porta il nome di “Green Light Optimal Speed Advisory“, tradotto più o meno in “suggerimento sulla velocità ottimale per la luce verde”. Parliamo di esempio pratico sulle auto connesse perché questo sistema si avvale di un dispositivo installato a bordo strada che raccoglie le informazioni sui tempi del semaforo; esso poi le trasmette ai veicoli in avvicinamento, la cui centralina può calcolare e comunicare al guidatore quale velocità di crociera mantenere per trovare sempre il semaforo verde. Non accadrà oggi. Si tratta di un progetto la cui sperimentazione è da poco cominciata nel Regno Unito; coinvolge 16 partner per un investimento complessivo di oltre 20 milioni di euro.

    Il suo nome è Autodrive.

    Ma non si ferma qui. Un’altra tecnologia che la Ford sta testando nell’ambito di quel progetto prevede un sistema informativo in grado di emettere avvisi tempestivi in caso di arresto improvviso di un veicolo che precede, anche se quest’ultimo non è visibile, fino alla distanza di 500 metri. Questa tecnologia si chiama “Emergency Electronic Brake Lights“, luci elettroniche per la frenata d’emergenza; viene attualmente sperimentata a bordo di una Ford Mondeo ibrida.

    Altre tecnologie comprese in questo programma, che verranno sperimentate nel prossimo anno, emettono avvisi al conducente nel caso in cui un veicolo stia bloccando l’incrocio verso il quale si è diretti; oppure quando è in avvicinamento un mezzo di emergenza, ad esempio ambulanza, pompieri o polizia; o ancora un avviso se si stanno avvicinando veicoli con diritto di precedenza ad un incrocio sprovvisto di semafori o altri segnali.

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Curiosità AutoFordMotoriProdotti Motori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI