Peugeot Sport a lutto nel rally per il terremoto

L'equipaggio ufficiale si è attivato per ricordare il numero da chiamare per chi desidera donare fondi

da , il

    Peugeot Sport a lutto nel rally per il terremoto

    Il devastante terremoto che ha colpito il centro Italia in questi giorni provocando lutti e distruzione ha gettato nello sconforto una nazione intera. Accanto alle testimonianze di supporto giunte da gente comune e personalità dentro e fuori dal nostro Paese, anche il motorsport si associa al dolore delle persone colpite, listando a lutto i team italiani nelle varie competizioni in corso nel week end.

    Segnaliamo fra gli altri Peugeot Sport Italia che, durante il rally del Friuli dal 26 al 28 agosto, oltre a listare a lutto la 208 T16 da gara, cercherà di richiamare all’attenzione anche nell’ambiente degli appassionati sportivi recatisi a seguire il rally la possibilità di offrire un aiuto concreto alle popolazioni colpite. L’equipaggio ufficiale formato da Paolo Andreucci e Anna Andreussi sta evidenziando ripetutamente in queste ore l’esistenza del numero telefonico speciale allestito dalla Protezione civile per raccogliere fondi. E’ possibile donare 2 euro inviando un Sms o effettuando una chiamata al numero 45500, da qualsiasi operatore telefonico fisso o mobile.

    Prima che accadesse il disastro, Peugeot Sport Italia aveva pensato di dedicare il rally del Friuli alla memoria di Bud Spencer, applicando sul tetto e sulle fiancate della macchina da gara un’immagine del grande attore scomparso. Ma dopo i fatti di questi giorni, era doveroso far sentire a marchigiani e laziali la propria vicinanza. Da qui i segni di lutto sulla vettura. Anna Andreussi ha dichiarato in precedenza: “Da friulana, purtroppo, ho un ricordo ancora vivo del terremoto. Per esperienza so che sono, e saranno, giorni difficili per le popolazioni colpite. Proprio per questo è importante che sentano l’affetto e la vicinanza di tutti. Sarà un percorso lungo e tormentato, ma sono sicura che tutti insieme riusciremo a vincere anche questa sfida“.

    Più tardi, durante il briefing alla stampa prima del rally, tenuto il 26 agosto, Anna ha aggiunto: “È importantissimo che tutti si sentano coinvolti in questa sfida che è un atto di irrinunciabile solidarietà. Noi correremo con la nostra Peugeot 208 T16 listata a lutto, per ricordare che siamo impegnati nel cercare di portare un contributo che vorremmo fosse fatto suo anche dal maggior numero possibile di persone“.