Formule leasing auto e noleggio a lungo termine: vantaggi e svantaggi

Formule leasing auto e noleggio a lungo termine: vantaggi e svantaggi

Confronto tra due diffusi metodi di uso dell'auto tramite rate mensili

da in Consigli motori, Motori
Ultimo aggiornamento:
    Formule leasing auto e noleggio a lungo termine: vantaggi e svantaggi

    Può nascere una certa confusione tra leasing e noleggio a lungo termine di un’auto. Legittima, poiché si tratta di due cose molto simili tra loro. Tuttavia esistono differenze importanti. A chi conviene l’uno e a chi l’altro? Analizziamo i due casi.

    Leasing è un termine inglese, significa contratto d’affitto. Il sinonimo italiano più pertinente è quello di locazione. In un leasing il cliente (locatario) paga un canone mensile per l’utilizzo dell’auto, che viene acquistata dalla società di leasing (locatore) e messa a sua disposizione.
    Ora leggiamo il Codice della strada, articolo 84 comma 1: “Un veicolo si intende adibito a locazione senza conducente quando il locatore, dietro corrispettivo, si obbliga a mettere a disposizione del locatario, per le esigenze di quest’ultimo, il veicolo stesso“. Quindi per il Codice il leasing è una locazione senza conducente, cioè il servizio non comprende un autista.

    Andiamo ora all’articolo 91, comma 1: “I motoveicoli, gli autoveicoli ed i rimorchi locati con facoltà di acquisto sono immatricolati a nome del locatore, ma con specifica annotazione sulla carta di circolazione del nominativo del locatario e della data di scadenza del relativo contratto“. Questo è fondamentale. Il proprietario è la società di leasing, ma il cliente figura sul libretto. Significa anche che, come dice l’articolo 196, la società e il cliente sono responsabili in solido dei danni provocati dall’uso del veicolo e delle sanzioni amministrative. Cioè entrambi sono obbligati a pagare danni e multe.

    Passiamo ad un altro dettaglio importante. Il canone di leasing comprende solo il costo per l’affitto del veicolo. Tutto il resto è a parte e va pagato dal cliente, l’utilizzatore del veicolo. Dal 2009 anche il bollo. Tuttavia oggi esistono dei contratti che includono nel canone anche l’assicurazione e la manutenzione.

    L’ultimo dettaglio, il più importante, è questo: al termine del contratto di leasing il cliente può restituire l’auto oppure può decidere di acquistarla ad un valore residuo prestabilito, comunque inferiore al suo valore di mercato. Va da sè che la società avrà calcolato il canone in modo da recuperare già il costo d’acquisto e ottenere il suo profitto.
    Il leasing è una formula generalmente adottata da aziende e professionisti (quindi con partita Iva), perché hanno dei vantaggi fiscali.

    Ma è possibile farlo anche da privati, purché si dimostri che l’auto serve per uso lavorativo.

    Anche il noleggio a lungo termine (a questo link i dettagli sul funzionamento) è una locazione ma con alcune differenze fondamentali. Innanzitutto non è previsto l’acquisto dell’auto al termine del contratto, quindi essa deve essere restituita. La proprietà è esclusivamente della società che concede il noleggio e l’auto. Sulla carta di circolazione esiste solo il suo nome. Di conseguenza, tutte le incombenze spettano ad essa: bollo, assicurazione e manutenzione. Il canone comprende tutto. Il cliente deve pagare a parte solo carburante ed eventuali multe.
    Anche il noleggio a lungo termine è preferito da società e professionisti. Ma anch’esso è sottoscrivibile da privati.

    Cominciamo col dire che i privati non hanno alcun vantaggio da un leasing, perché non hanno diritto a detrazioni o deduzioni fiscali. Chi vuole un’auto da tenere per molti anni e/o non ha grandi risorse economiche deve orientarsi sul finanziamento classico, che sul lungo termine costerà sicuramente meno. Chi invece ha buone entrate e preferisce cambiare auto spesso, avrà nel noleggio a lungo termine la soluzione migliore.

    Per quanto riguarda imprese e professionisti, il noleggio a lungo termine sta diventando sempre più spesso la scelta preferita. Perché oltre ai vantaggi di natura fiscale, sempre molto importanti, c’è soprattutto la facilità di gestione dell’auto: pensa a tutto la società di noleggio, non si deve perdere tempo (il tempo è denaro). Inoltre è possibile prevedere e quindi accantonare con grande precisione il budget per l’auto; ancora di più se si tratta di una flotta aziendale. Infine, rinnovando il contratto ogni due o tre anni con un’auto diversa, sono minori le spese di manutenzione, poiché la vettura è sempre nuova o seminuova.

    Il leasing conviene in un solo caso, e solo per imprese molto piccole: se si ha per varie ragioni l’intenzione di acquistare l’auto al termine del contratto. Ma in un uso professionale è sempre meno utile la proprietà del veicolo.

    804

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli motoriMotori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI