Suzuki Baleno, la ragione incontra l’emozione

Suzuki Baleno, la ragione incontra l’emozione

Design attraente con gli giusti spazi, per una berlina compatta che non parla da utilitaria ed è pronta a stupire

da in Auto, Motori, Prodotti Motori, Suzuki
Ultimo aggiornamento:
    Suzuki Baleno, la ragione incontra l’emozione

    La nuova Hatchback Suzuki ridefinisce il significato di berlina compatta abbattendo ogni compromesso. Suzuki Baleno in poco meno di 4 metri di lunghezza, propone un’abitabilità al vertice della sua classe; leggera ed anche robusta e sicura; Baleno offre le tecnologie più avanzate ed allo stesso tempo semplici da utilizzare, performance di guida brillanti ed efficienza nei consumi, ed una straordinaria praticità nell’uso quotidiano, il tutto ad un prezzo interessante.

    home_slide_1_1400

    La filosofia seguita dalla casa giapponese nella progettazione di questo modello è semplice: nessun compromesso. Con la Baleno la parola “utilitaria” di solito associata alle vetture di segmento B perde ogni attualità. Osserviamo qualche numero, partendo dalle dimensioni. Lunghezza 3.995 millimetri, specchietti compresi; passo 2.520 mm; larghezza 1.745 mm, altezza 1.470 mm. Quindi esternamente la vettura è poco ingombrante, ottima per la città, mantenendo un’abitabilità senza paragoni; infatti grazie al passo (distanza tra i due assi) aumentato è stato possibile raggiungere una distanza in tandem generosa di 805 mm. Nemmeno il bagagliaio risente delle dimensioni esterne: offre infatti una capacità di carico minima di 355 litri, record nel segmento. Abbattendo i sedili posteriori si ottengono poi 756 litri, per trasportare di tutto.

    Un altro elemento importante nella struttura di un’auto è il peso, particolarmente incisivo su consumi, emissioni e agilità della vettura: cioè economicità d’esercizio e piacere di guida. Ebbene, i progettisti Suzuki si sono superati con la Baleno, riuscendo a contenere il peso in ordine di marcia (liquidi più conducente ipotetico di 75 Kg) quasi sempre sotto la tonnellata. A seconda delle versioni si va infatti da 940 a 1.010 Kg. La leggerezza in questo caso si traduce anche in una straordinaria robustezza e sicurezza, merito della nuova piattaforma costruttiva a tecnologia Tect (Total Effective Control Technology), che prevede l’impiego di acciaio ad alta resistenza e zone ampie di assorbimento degli urti. Il risultato è un peso contenuto, una maggiore rigidità del telaio, che significa più robustezza e migliore tenuta di strada.

    home_slide_2_1400

    Arriviamo alla tecnologia, partendo dalla sicurezza: oltre alla scocca capace di assorbire efficacemente l’energia di un impatto e alla pedaliera collassabile, la Suzuki Baleno monta airbag frontali, laterali e a tendina. Sicurezza attiva da categoria superiore per prevenire eventuali urti e tamponamenti.
    Il Radar Brake Support è il sistema che rileva il veicolo che ci precede, prevede una possibile collisione, e prima avvisa il guidatore, poi aiuta la sua frenata aumentandone la forza ed eventualmente frena in modo automatico, il tutto avvalendosi del supporto del radar.

    L’altro importante sistema di sicurezza attivo è l’Adaptive Cruise Control: sempre con l’ausilio del radar, misura la distanza dal veicolo che ci precede e automaticamente adegua la velocità del nostro veicolo per mantenere una distanza preimpostata.

    Per quanto riguarda la strumentazione, la plancia è studiata per dare prontamente al conducente le informazioni necessarie grazie anche alla tecnologia My Drive. Al centro del quadro comandi troviamo un display da 4.2 pollici a colori che visualizza tutti i dati relativi alla guida, arrivando anche a performance e consumi, derivati dallo stile di guida, compresi valori istantanei di coppia e potenza, oltre ad accelerazione, frenata, velocità media e risparmio di carburante ottenuto dal sistema Start & Stop. Nelle versioni superiori troviamo anche un display touchscreen multimediale da 7 pollici, intuitivo e completo. Comprende oltre alle consuete connessioni per telefono vivavoce, anche la replicazione degli smartphone tramite Apple CarPlay o Android Mirrorlink.

    Anche sulla meccanica la Suzuki Baleno offre soluzioni raffinate per il segmento. Debutta in Europa proprio sulla Baleno il sistema ibrido Smart SHVS (cioè Smart Hybrid Vehicle by Suzuki). Il dispositivo ISG (Integrated Starter Generator) svolge le funzioni di motorino d’avviamento, alternatore e motore elettrico di assistenza in accelerazione e ripresa. Inoltre durante le frenate converte l’energia cinetica in energia elettrica che va a ricaricare la batteria al litio. Il sistema Ibrido Smart SHVS è disponibile in abbinamento al motore 1.2 Dualjet, nell’allestimento B-Top.

    I dati di consumo comunicati dalla casa nei test sul ciclo combinato attestano una media di 25 km con un litro di benzina ed emissioni di CO2 pari a 93 g/Km.
    La Suzuki Baleno Ibrida gode delle agevolazioni in termini di bollo, accessi alle zone a traffico limitato e parcheggio, a seconda delle normative in vigore nelle varie regioni o comuni.

    Il motore a benzina 1.2 DualJet ha 4 cilindri e 16 valvole, cilindrata di 1.242 cc. Potenza di 90 cavalli a 6.000 giri e coppia massima di 120 Nm metri a 4.400 giri. Nella versione senza sistema ibrido e con cambio manuale a 5 marce il consumo sul ciclo combinato è di 4,2 l/100 Km; col cambio automatico CVT i consumi restano invariati. Prestazioni con cambio manuale: accelerazione 0-100 di 12.3 secondi, velocità massima di 180 Km/h. Stessi valori per la versione con l’ibrido. Col cambio automatico senza ibrido la velocità massima è di 175 Km/h, accelerazione invariata.

    Chi vuole uno spunto in più può scegliere la Baleno S col motore 1.0 Boosterjet, un tre cilindri turbo ad iniezione diretta con potenza massima di 112 cavalli a 5.500 giri e coppia di 170 Nm tra 2.000 e 3.500 giri. Prestazioni e consumi con cambio manuale a 5 marce: 200 Km/h di velocità massima, 11.4 secondi nell’accelerazione 0-100 e 4,4 litri/100 Km nel ciclo combinato.

    Invece con trasmissione automatica a 6 rapporti troviamo 190 Km/h di velocità massima, accelerazione in 11.0 secondi e 4,7 l/100 Km nel consumo medio.
    Concludiamo con gli allestimenti e i prezzi di listino chiavi in mano (vernice metallizzata e IPT escluse) della Suzuki Baleno. Per il motore 1.2 a cambio manuale l’allestimento B-Easy ha un prezzo di 14.100 euro; il B-Cool 15.100 euro; il B-Top 16.600; la versione ibrida costa 17.600 euro (B-Top), quella con cambio automatico CVT 18.100 euro (B-Top).

    La Suzuki Baleno 1.0 Boosterjet è disponibile nell’unico e dedicato allestimento S. La versione con cambio manuale costa 17.800 euro, l’automatica a 6 rapporti 19.000 euro. Fino a fine giugno la Baleno 1.2 nella versione B-Easy, con un ricco allestimento di serie, è proposta a € 10.900, mentre la Baleno S con cambio manuale a € 14.600, con un vantaggio cliente di 3.000 euro e oltre.

    1111

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotoriProdotti MotoriSuzuki
    PIÙ POPOLARI