Pneumatici invernali in estate: perché è meglio non usarli

Pneumatici invernali in estate: perché è meglio non usarli

La legge lo consente ma le loro caratteristiche possono compromettere la sicurezza

da in Auto, Consigli motori, Motori, Pneumatici
    Pneumatici invernali in estate: perché  è meglio non usarli

    In questi giorni quasi tutti gli automobilisti stanno provvedendo al cambio delle gomme, sostituendo quelle invernali con quelle estive, poiché il 15 aprile è terminato il periodo in cui è obbligatorio montarle (se non si hanno catene a bordo) sulle strade dove queste ordinanze sono state attivate; tuttavia alcuni decidono di usare pneumatici invernali anche d’estate. Si può fare? E’ legale? E’ sicuro?

    Cominciamo da quello che prescrivono le norme. Dopo il 15 maggio, cioè al termine del periodo “ibrido” concesso per provvedere alla sostituzione, in un solo caso è vietato montare pneumatici marchiati M+S: se questi hanno un codice di velocità inferiore a quello indicato sulla carta di circolazione per quel veicolo. Quindi chi in inverno ha montato gomme con un codice inferiore (ad esempio, H invece di V) è obbligato a montare gomme estive con codice uguale o superiore. Se non lo fa, incorre nella violazione dell’articolo 78 del Codice della strada e rischia una multa da 419 a 1.682 euro; inoltre viene sequestrata la carta di circolazione, quindi il veicolo non può più circolare fino a che non torna in regola.

    Invece se il codice di velocità è uguale o superiore a quello prescritto da libretto, non ci sono limiti legali nell’uso delle gomme M+S. Lo ha chiarito la circolare del ministero dei Trasporti del 17 gennaio 2014: “L’uso degli pneumatici invernali consentiti e cioè quelli con i parametri riportati sulla carta di circolazione ivi compreso l’indice di velocità non ha restrizioni di carattere temporale pertanto essi possono essere usati durante tutti i mesi dell’anno solare“.
    Quindi è lecito circolare in estate con pneumatici invernali, rispettando il codice di velocità prescritto. Ma è anche sicuro farlo o conveniente?

    La risposta è no in entrambi i casi. Diverse case costruttrici di pneumatici consigliano di montare in estate gomme estive. Non è solo per incrementare il loro business, ci sono precise considerazioni tecniche.
    Le gomme invernali sono progettate per offrire il massimo dell’aderenza quando la temperatura dell’aria scende sotto i 7 gradi; in queste condizioni sono eccellenti sia sull’asciutto che su bagnato, neve o ghiaccio.

    Per lo stesso motivo, quando invece la temperatura sale a livelli estivi, queste gomme si consumano molto rapidamente.
    Alcuni test hanno dimostrato che a temperature estive ed una velocità di 100 Km/h le gomme invernali permettono spazi di frenata più lunghi anche di 6 metri rispetto ad estive della stessa misura: è tanto. Inoltre la precisione dello sterzo si riduce del 15%. Poi la resistenza al rotolamento è maggiore del 15%, quindi si consuma anche più carburante. Anche sul bagnato in estate l’aderenza delle invernali è inferiore.

    Quindi usare pneumatici invernali d’estate è legale ma diventa pericoloso e fa anche spendere più denaro. Esiste una soluzione di compromesso, per chi vive in zone dove il clima è abbastanza mite, ha una vettura medio-piccola e percorre pochi chilometri all’anno: montare gomme quattro stagioni. Tuttavia, proprio perché si tratta di un compromesso, questo tipo di pneumatici non potrà mai offrire la stessa tenuta degli estivi o invernali nelle stagioni adatte.

    549

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoConsigli motoriMotoriPneumatici
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI