Multa pagata con carta di credito: si rischia cartella esattoriale

Multa pagata con carta di credito: si rischia cartella esattoriale

Pagare delle contravvenzioni con mezzi elettronici necessita largo anticipo per non incorrere in sanzioni

da in Motori, Multe
    Multa pagata con carta di credito: si rischia cartella esattoriale

    Se pagate le multe con carta di credito o con altri mezzi elettronici non potrete stare al sicuro. E’ quello che si riesce a carpire dalla circolare 300/A/227/16/127/34 emanata dal ministero dell’Interno il 14 gennaio, ovvero, se vorrete pagare con un mezzo che non siano i contanti, dovrete farlo con largo anticipo, cosi da evitare che la vostra sanzione aumenti con la mora.

    Non basta dunque pagare la multa nei tempi previsti, ma bisogna farlo in anticipo per essere sicuri che i circuiti bancari evadano il pagamento alle Autorità dentro la data di scadenza, altrimenti si diventa morosi e quindi bisognerà pagare ancora di più rispetto alla sanzione iniziale. Infatti, i pagamenti elettronici non hanno effetto nella data in cui vengono effettuati ma hanno effetto solo alla effettiva data di accredito sul conto bancario dell’organo competente. Quindi il pagamento che viene effettuato tramite carta di credito (ad esempio) non è immediato.

    Il punto è proprio quest’ultimo analizzato: cosa succede per i pagamenti effettuati in tempo dal cittadino ma “trasferiti” sul conto delle Autorità in ritardo? La brutta notizia è questa. Sono pronte diverse cartelle esattoriali per tutti coloro che hanno pagato con mezzi elettronici ma troppo vicino alla data di scadenza. Questo ha permesso agli istituti bancari di fare ritardo con l’accredito del pagamento e quindi, secondo le autorità, di diventare morosi.

    Tutta questa faccenda è uno dei “classici” controsensi italiani: nel 2013 fu introdotto lo sconto del 30% sul costo del della sanzione se il pagamento viene effettuato entro 5 giorni dalla data di consegna della multa, incentivando cosi l’utilizzo dei mezzi elettronici e della tracciabilità degli stessi.

    Con questo problema, però, l’incentivo a pagare con carta di credito o altri metodi elettronici viene a mancare, preferendo la sicurezza e, talvolta, l’inaffidabilità dei contanti.

    Bisogna tenere conto che tra la data del vostro pagamento e la data in cui è stato davvero trasferito il denaro passano circa 2 giorni. Per cui, se siete stati troppo “sotto” alla data di scadenza, potrete incorrere in una mora. D’ora in avanti, se volete pagare con metodi elettronici, pagate subito e nei primi giorni della settimana cosi da avere la, quasi, certezza di non incorrere in nessun errore.

    404

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MotoriMulte
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI