Obbligo gomme invernali: le 5 cose che dovete sapere

Entro il 15 novembre sarà obbligatorio montare le gomme invernali, ecco 5 cose che gli automobilisti non sanno.

da , il

    Scattato l’obbligo di circolare con gli pneumatici invernali . Viaggiare senza avere le gomme invernali, oltre a poter essere pericoloso per la vostra incolumità e per quelle degli altri automobilisti, può costarvi una sanzione: se l’infrazione viene accertata nei centri abitati la multa è di 41 euro, mentre se state guidando su altre strade la sanzione sarà di 84 euro. Secondo una ricerca effettuata da Goodyear ci sono automobilisti che non sono totalmente informati su tutto ciò che concerne l’utilizzo e l’esistenza degli pneumatici invernali esistenti sul mercato e le caratteristiche in termini di sicurezza, comfort ed emissioni.

    1. Sicurezza Stradale

    Ogni stagione ha degli pneumatici più adatti di altri e l’utilizzo delle gomme giuste consente, in primis, di rispettare gli obblighi di legge ma soprattutto di una maggior sicurezza stradale. Le mescole di ogni pneumatico sono studiati apposta per la stagione per cui è stato realizzato. La gomma estiva se usata in inverno si irrigidisce con il freddo e non garantisce la sicurezza in strada che garantirebbe se utilizzata durante la stagione adeguata. Quindi, anche se vi costerà qualcosa in più, cambiate gli pneumatici nelle stagioni adeguate per aumentare la vostra sicurezza stradale e quella degli altri automobilisti.

    2. Cambio gomme

    Una ricerca effettuata nel nord Italia ha dimostrato come moltissimi automobilisti, circa il 40% degli intervistati, non sia a conoscenza del periodo di tempo a disposizione per cambiare gli pneumatici alle proprie vetture. Secondo quanto scritto nella normativa il cambio gomme entra in vigore dal 15 novembre al 15 aprile e la sostituzione degli pneumatici può essere effettuata dal 15 ottobre e il 14 novembre.

    3. Marcatura M+S

    Per avere un vero pneumatico invernale bisogna stare attenti all’identificazione. Infatti la mescole delle gomme invernali portano la marcatura M+S, cioè Mud+Snow ossia fango più neve. Qualsiasi altro pneumatico invernale che non ha questa marcatura non è un vero pneumatico invernale. Quindi fate attenzione quando acquisterete le vostre gomme per la nuova fredda stagione.

    4. Pneumatico 4 stagioni

    Esiste un compromesso che in pochi conoscono, lo pneumatico 4 stagioni. Da una ricerca fatta sul territorio del nord Italia emerge che circa il 30% degli automobilisti non è a conoscenza dell’esistenza della gomma “4 stagioni”, uno pneumatico particolare capace di affrontare tutte le condizioni invernali in totale sicurezza e rispettando la legge. Questa opzione è consigliata a coloro i quali hanno più di un’auto oppure una macchina di piccola cilindrata con la quale non si effettuano molti chilometri.

    5. Nuove Gomme Invernali

    Oltre alle classiche gomme invernali sul mercato degli pneumatici esistono diversi tipi di gomma. La più importante di tutti è sicuramente la UltraGrip Performance, uno pneumatico invernale ad alte prestazioni in grado di offrire una distanza di frenata sulla neve ridotta del 3% rispetto alla media dei concorrenti ed inoltre ha ottenuto il miglior risultato nei test sul consumo di carburante. Un’altra novità interessante è il Vector 4Seasons, il “quattro stagioni” di seconda generazione più venduto in Europa nel 2014. Questo pneumatico è nato per andare incontro a quelli automobilisti che vogliono risparmiare tempo e denaro ma rispettando la legge. La marcatura di questa gomma è M+S e 3PMSF.