Ford B-Max vs Ford C-Max: confronto tra le due monovolume

Ford B-Max vs Ford C-Max: confronto tra le due monovolume
da in Auto, Ford, Monovolume, Motori
Ultimo aggiornamento: Lunedì 04/05/2015 10:51

    State cercando una monovolume che sia spaziosa e compatta, ma non sapete quale comprare? La Ford B-Max e la Ford C-Max sono due interessanti alternative, entrambe della casa dell’Ovale Blu, forti di uno stile personale e dinamico, ma unito anche a tanto spazio interno. La Ford B-Max è un’innovativa monovolume, derivata dalla Fiesta, che offre, unica della categoria, le porte posteriori scorrevoli. Ma non finisce qui, perchè è anche l’unica auto di serie al mondo a non avere il montante centrale, garantendo un accesso all’abitacolo decisamente ampio. La Ford C-Max è, invece, una monovolume compatta di segmento C, derivata dalla Focus, più tradizionale nell’impostazione, disponibile nella versioni a 5 e 7 posti, quest’ultima sempre con le porte scorrevoli posteriori.

    Per quanto riguarda le dimensioni della Ford B-Max, la vettura è lunga 4,08 metri, alta 1,60 metri, con un passo di 2,49 metri. La capacità del bagagliaio è di 304 litri nella configurazione tradizionale con 5 posti, che possono essere ampliati a 1386 litri abbattendo i sedili posteriori. Per quanto riguarda, invece, le dimensioni della Ford C-Max 5 posti, troviamo una lunghezza di 4,38 metri, una larghezza di 1,85 metri e un’altezza di 1,63 metri. Parlando della Ford C-Max7 a sette posti, la lunghezza è di 452 centimetri, la larghezza di 183 cm, l’altezza di 168 cm, con un passo di 279 cm. Il bagagliaio ha una capienza che va da 475 a 1742 litri sulla versione lunga e da 432 a 1723 sulla versione cinque posti. Come si evince da questa analisi, sono entrambe auto spaziose: se siete alla ricerca del massimo spazio è meglio la C-Max, ma se volete anche un’auto che sia compatta e a prova di città, la B-Max sarà meglio.

    Per quanto riguarda il design della Ford B-Max, i designer Ford ripropongono il Kinetic design ottenendo un risultato apprezzabile: la monovolume presenta un frontale che ospita la calandra esagonale in posizione centrale, i gruppi ottici inclinati e a sviluppo orizzontale, che contribuiscono a slanciare il muso, con un orientamento che dà la sensazione di un andamento a freccia. Il cofano è su due livelli, con la parte centrale rialzata che si unisce ai montanti anteriori. Un po’ piccole le ruote in proporzione alle dimensioni della carrozzeria: sembrano un po’ sproporzionate. Parliamo ora della C-Max. Il recentissimo restyling le ha dato una bella migliorata generale: adesso l’impressione, a prima vista, più moderna ed aggressiva, ma se vogliamo anche più elegante. Il muso adotta gli stilemi già visti sulla Focus restyling e sulla nuova Ford Mondeo: mascherina in stile Aston Martin, cromata, e gruppi ottici accigliati e sviluppati in orizzontale. Il resto della carrozzeria differisce tra le due versioni: la 5 posti ha le porte posteriori con apertura tradizionale ed un andamento della coda più normale, mentre la C-Max7 ha gli sportelli dietro scorrevoli e una coda più particolare. A noi, anche se l’estetica è soggettiva, piace di più la C-Max restyling.

    Per quanto riguarda gli interni della Ford B-Max, notiamo l’impostazione di evidente derivazione dalla Ford Fiesta. La plancia ha ancora la forma moderna e ricca di pulsanti vista sugli ultimi modelli di casa Ford, mentre la qualità dei materiali è in linea con il segmento. Lo spazio a bordo è abbondante in rapporto alle dimensioni, mentre non è male anche la cura dedicata ad assemblaggi e finiture. La Ford C-Max, invece, grazie al recente facelift ha degli interni più moderni rispetto alla sorellina minore. In particolare, seppur lo stile non sia troppo diverso, a cambiare è l’impostazione della consolle centrale, più pulita e minimalista. Questo perchè molti dei pulsanti precedentemente presenti, sono raccolti all’interno delle funzionalità dello schermo touchscreen del sistema multimediale. La qualità dei materiali e delle finiture è migliore rispetto alla B-Max, appartenendo ad una categoria superiore.

    La Ford C-Max, a benzina, è proposta innanzitutto con il celebre 1.0 EcoBoost tre cilindri turbo benzina, nelle potenze di 100 e 125 cavalli. C’è, poi, anche il più generoso 1.6 turbo da 150 cavalli. L’offerta di motori diesel si compone di: 1.5 TDCi da 95 CV, 1.5 TDCi da 105 cavalli, 1.5 TDCi da 120 cavalli, 1.6 TDCi da 115 cavalli, 2.0 TDCi 115 cavalli con cambio automatico, 2.0 TDCi 150 cavalli con cambio automatico e 2.0 TDCi da 163 cavalli. A queste si aggiunge anche la versione bifuel benzina/GPL 1.6 da 120 cavalli. La Ford B-Max si propone anche lei con il 1.0 EcoBoost turbo da 100 o 125 cavalli, ma a benzina trovate anche il 1.4 da 90 cavalli o il 1.6 105 cavalli con cambio automatico, questi ultimi due aspirati. Due i turbodiesel: 1.5 TDCi da 75 cavalli e 1.6 TDCi da 95 cavalli. Anche sulla B-Max c’è la versione a doppia alimentazione benzina e GPL, 1.4 da 90 cavalli. Le due gamme sono adeguate alle dimensioni delle vetture, anche se forse sulla Ford B-Max ci poteva stare anche un diesel più prestazionale. Parità.

    Parliamo di prezzi. La Ford C-Max parte da 19.750 euro, mentre ne servono almeno 21.250 per la C-Max7. Si parte da 16.750 euro per la B-Max, invece. Non c’è storia: la più piccola delle due monovolume è decisamente più economica.

    881

    PIÙ POPOLARI