Tutor: multe non valide senza foto

Se vi è arrivata una lettera a casa contenente una multa con il tutor in autostrada forse c’è una bella notizia per voi.

da , il

    Non dovete pagare tutte le multe che vi arrivano per posta. Ovviamente, purché ci sia un motivo valido per non farlo. Un’azienda di Alessandria ha fatto ricorso per una multa da tutor a cui è stata soggetta una sua auto di servizio che viaggiava oltre il limite di velocità consentito dal tutor sull’autostrada Genova-Alessandria-Gravellona Toce della A26. Il motivo del ricorso? “Non c’è la prova”.

    Tutor: multe non valide senza foto

    In effetti, in assenza di una immagine, la multa non è completa e quindi considerata non valida. Questo ricorso cambierà quindi anche la modalità con la quale verranno gestiti i tutor, che dovranno mandare anche la foto della vettura che ha oltrepassato la media superiore del limite di velocità in un determinato tratto autostradale.

    Morale della favola? Nei giorni scorsi, il giudice di pace del tribunale di Alessandria ha stabilito quanto segue: l’avvocato che difendeva l’azienda multata non a giusto titolo ha avuto ragione. Il giudice ha quindi stabilito che le richieste della difesa fossero accolte in quanto mancava l’invio dei rilievi fotografici come prova della violazione dei limiti di velocità stabiliti dal Codice della Stradale. La prossima volta che vi viene recapitata una multa da tutor, quindi, assicuratevi che vi sia stata scattata la foto, nel caso contrario – facendo ricorso – non dovreste pagarla.