NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Audi A3 vs Mercedes Classe A: confronto tra due berline tedesche

Audi A3 vs Mercedes Classe A: confronto tra due berline tedesche
da in Audi, Auto, Motori
Ultimo aggiornamento: Venerdì 31/07/2015 18:07

    Mettiamo a confronto due berline premium, entrambe di pura razza tedesca: l’Audi A3 e la Mercedes Classe A. Entrambe sono arrivate nel 2012 sul mercato, quasi contemporaneamente. L’estetica è ben diversa tra l’una e l’altra, così come l’impostazione dell’abitacolo. Quello che le accomuna, però, è l’impostazione meccanica con motore e trazione anteriori (con l’opzione della trazione integrale), così come la tipica precisione tedesca nella qualità e nelle finiture. Entrambe sono moderne ed aggressive, poi, quindi possono essere molto appetibili per chi vuole un’auto sportiveggiante, ma che al tempo stesso possa offrire il comfort e la praticità di una berlina compatta. Andiamo ad analizzarle sotto diversi aspetti e vediamo qual è la migliore.

    Per quanto riguarda le dimensioni dell’Audi A3, abbiamo: una larghezza di 1,78 m, una lunghezza di 4,24 m ed un’altezza di 1,42 m, per quanto riguarda la versione a tre porte. La Sportback, invece, è lunga 4,31 metri, ma altezza e larghezza non cambiano. Il vano portabagagli ha una capienza di 365 litri sulla tre porte e di 380 litri sulla Sportback, mentre la capienza massima è rispettivamente di 1.100 litri e 1.220 litri. Disponibile solo in versione cinque porte, la Mercedes Classe A è lunga 4,29 metri, larga 1,78 metri ed alta 1,43 metri. Il bagagliaio, invece, ha una capienza che va da un minimo di 341 litri, ad un massimo di 1.157 litri, abbassando i sedili posteriori. Il confronto tra Audi A3 e Mercedes Classe A per quanto riguarda le dimensioni termina con una sostanziale parità.

    L’Audi A3 si mostra con linee essenziali, taglienti e raffinate. Il design, pur non cambiando molto rispetto alla precedente generazione, si dimostra più aggressivo e sportivo: i fari sono più sottili, la mascherina è molto ampia e con gli angoli superiori smussati. Tra gli optional ci sono anche gli scenografici gruppi ottici sono in tecnologia LED. Al posteriore ci sono fari a sviluppo orizzontale, ancora una volta molto squadrati, mentre il lunotto inclinato rende filante la forma del padiglione. Piuttosto diversa è la Classe A, con un frontale dominato dalla grossa mascherina Mercedes e dalle grandi prese d’aria inferiori. La fiancata è resa più dinamica e personale da due profonde nervature, mentre il posteriore risulta essere più convenzionale, con un lunotto di piccole dimensioni e fanali arrotondati, questa volta non a sviluppo orizzontale. L’estetica è un parere soggettivo, ma ci sentiamo di premiare l’originalità della Classe A, rispetto alle forme “conservatrici” dell’Audi.

    Ed eccoci a parlare di interni, il punto di forza delle vetture tedesche. Gli interni della nuova Audi A3 sono caratterizzati da materiali di alta qualità (per la maggior parte morbidi al tatto) ed assemblaggi precisi. Il design prende spunto da quello della A1, ma lo porta ad un livello successivo, con la console centrale estremamente semplificata e minimalista. Se vi piace il design raffinato e moderno, non potrete che apprezzare la plancia ed i pannelli porta dell’A3. Notevoli le possibilità di personalizzazione, mentre la qualità di assemblaggi e finiture è al top della gamma. Più tradizionale e meno minimalisti gli interni della Mercedes Classe A, contraddistinti da una plancia con la consolle centrale più “ricca” di pulsanti e comandi. La qualità dei materiali è di alto livello, così come la cura nelle finiture, ma dobbiamo riconoscere che nell’Audi c’è qualcosa in più. E’ vero, stiamo proprio cercando il pelo nell’uovo, ma vogliamo premiare l’Audi in questo aspetto.

    Abbiamo già detto che le due auto hanno la stessa impostazione meccanica, andiamo, ora, a vedere le motorizzazioni con cui sono offerte. Partiamo dall’Audi A3, che ha una offerta di unità a benzina composta da: 1.2 TFSI da 110 cavalli, 1.4 TFSI da 125 cavalli, 1.4 TFSI COD (Cylinder On Demand) da 150 cavalli, 1.8 TFSI da 180 cavalli, 2.0 TFSI da 300 cavalli (Audi S3) e 2.5 TFSI da 367 cavalli (Audi RS3 Sportback). I diesel, invece, sono due: c’è il 1.6 TDI con 110 cavalli o il 2.0 TDI da 150 o 184 cavalli. A queste si aggiungono la versione bifuel benzina/metano da 110 cavalli e l’A3 1.4 TFSI e-tron S tronic Ambition, ibrida da 204 cavalli. La gamma della Mercedes Classe A prevede le seguenti versioni a benzina: A180 da 122 cavalli, A200 da 156 cavalli, A220 da 184 cavalli, A250 da 211 cavalli ed A45 AMG da 360 cavalli. Le varianti diesel, invece, sono: A160 CDI da 90 cavalli, A180 CDI da 109 cavalli, A200 CDI da 136 cavalli, ed A220 CDI da 170 cavalli. Come possiamo facilmente notare, la gamma dell’Audi è decisamente più ricca, specialmente per quanto riguarda l’ibrida e la versione a metano. Premiamo ancora una volta l’A3 per questo.

    Si, ok, tutto bello: ma i prezzi? Un aspetto fondamentale da considerare al momento dell’acquisto di un’auto nuova è proprio il listino. Il listino prezzi della Mercedes parte dai 23.810 euro della 180 Executive, per arrivare fino ai 44.840 euro della A45 AMG. L’Audi, invece, parte da 23.490 euro della 1.2 TFSI benzina cinque porte, per arrivare ai quasi 50.000 euro della RS3 Sportback. Paragonando motori analoghi ed allestimenti similari, notiamo che i listini sono quasi equiparati, segnando una sostanziale parità.

    927

    PIÙ POPOLARI