Auto da film: la Mitsubishi Eclipse di Fast & Furious

Auto da film: la Mitsubishi Eclipse di Fast & Furious. Andiamo a scoprire qual è una delle auto più celebri di tutta la saga del film d'azione americano.

da , il

    Oggi parliamo di auto da film, occupandoci di un’auto un po’ particolare, ossia la Mitsubishi Eclipse di Fast & Furious. La coupè giapponese è diventata famosissima da noi proprio grazie al celebre film d’azione.

    La sportiva della Mitsubishi è un modello che in Italia non ha mai goduto di un particolare successo commerciale e per questo motivo era un modello abbastanza sconosciuto, eccetto che per gli appassionatissimi di auto. In più vennero importate da noi solo alcuni modelli, non tutti e questo non ha fatto altro che aggravare la situazione appena accennata. In America, al contrario, l’Eclipse (anche venduta come Eagle Talon) è molto apprezzata come piattaforma per lavori di tuning e modifiche di carattere meccanico.

    La Mitsubishi Eclipse di Fast & Furious

    Il titolo originale del film sarebbe The Fast and the Furious, con gli articoli ‘the’. Per semplicità, comunque, è oramai conosciuto semplicemente come Fast & Furious. Nel primo capitolo della saga sono molte le auto ad essere entrate nel mito dei tuner o degli appassionati d’auto: la Mazda RX-7 rossa o la Dodge Charger R/T nera di Dominic, la Toyota Supra Twin Turbo arancione, ma anche la Mitsubishi Eclipse verde di Brian O’Conner.

    Nello specifico l’Eclipse è la prima auto che viene usata da Brian, agente sotto copertura, che gli viene affidata dal dipartimento per potersi infiltrare nel giro delle corse clandestine e scoprire chi è la banda che deruba da molto tempo numerosi camion. Nella scena iniziale si vede proprio O’Conner che prova a girare in pista dando il meglio di sè, ma dopo poco perde il controllo dell’auto e finisce in testacoda.

    Un’altra scena che è diventata famosa è quella della primissima gara clandestina di Brian: si tratta di uno sparo dove deve fronteggiare il campione incontrastato Dominic Toretto. Brian grazie all’uso massiccio del protossido d’azoto arriva di poco secondo e perde il libretto di circolazione dell’auto che aveva precedentemente scommesso. Usando tutto quell’N2O, però, ha danneggiato gravemente l’auto.

    L’euforia della gara, però, viene ben presto interrotta da una retata della polizia che sopraggiunge sul luogo: Toretto viene salvato da Brian che, a bordo della Mitsubishi, lo porta al sicuro. Da quel momento nascerà un rapporto di amicizia molto stretto tra i due.

    La Mitsubishi Eclipse fa una brutta fine: circa a metà del film gli scagnozzi di Johnny Tran, rivale di Toretto, distruggeranno l’auto a suon di colpi di mitragliatrice.

    Le modifiche

    ’Eclipse del film è vistosamente modificata sia di estetica che di meccanica. Per quanto riguarda la prima, innanzitutto si nota la vistosa verniciatura verde evidenziatore pastello: sulle fiancate spiccano le aerografie di un’aquila stilizzata, mentre il cofano è di colore nero con sopra la scritta ‘MD’. I paraurti sono modificati e caratterizzati da ampie prese d’aria: sono componenti tuning anche il vistoso alettone posteriore e le minigonne sulle fiancate. Anche i cerchi sono un compotente non originale della vettura, così come la presa d’aria sul tetto.

    Completano il tutto i vetri oscurati e gli immancabili neon verdi.

    Sul fronte meccanico non ci sono molte informazioni per poter giudicare quali modifiche siano state effettuate: quello che è evidente è che il motore è stato notevolmente potenziato. L’auto monta due bombole di protossido d’azoto, assetto ribassato e valvola pop-off (quella che fa il caratteristico suono di sfiato ad ogni cambiata).

    La Mitsubishi Eclipse di serie

    La Mitsubishi Eclipse è una coupè sportiveggiante che la casa giapponese introduce sul mercato nel 1990. La prima serie della Eclipse viene prodotta fino al 1995, anno in cui viene lanciata la seconda serie, ovvero il modello che viene usato in Fast & Furious.

    Il nuovo modello è molto più moderno dal punto di vista dello stile esterno: perde l’estetica da auto anni ‘80 e diventa una filante coupè anni ‘90. Erano numerose le versioni in cui era venduta: Mitsubishi Eclipse GS-RS, Mitsubishi Eclipse GS Spyder e Mitsubishi Eclipse GS-T, GS-T Spyder e GSX. Le prime due erano dotate di un motore da 141 CV, ma di diversa cilindrata: la versione Spyder montava un 2.350 cc, mentre la versione chiusa aveva un 2.0 litri. Tutte le altre versioni erano equipaggiate con un potente 2.0 litri da 210 CV di potenza massima: inutile dire che le prestazioni erano notevoli (da 0 a 100 km/h in poco più di 6 secondi e 220 km/h di velocità massima).

    La Eclipse seconda serie esce di produzione nel 2000, quando viene lanciato il nuovo modello che resterà sul mercato per altri 5 anni, poi sostituito dall’ultima serie.