NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Fiat Punto 2015 vs Fiat Punto Evo vs Fiat Grande Punto, confronto tra i vari modelli

Fiat Punto 2015 vs Fiat Punto Evo vs Fiat Grande Punto, confronto tra i vari modelli
da in Auto, Fiat, Motori
Ultimo aggiornamento: Martedì 10/03/2015 17:11

    Abbiamo visto il susseguirsi di vari modelli di Fiat Punto negli ultimi anni: Fiat Punto 2012, Fiat Punto Evo e, ancora, Fiat Grande Punto. Guardando le foto dell’auto viene proprio da pensare che in Fiat abbiano capito che la Punto Evo non è proprio piaciuta: infatti le modifiche hanno riguardato proprio quei particolari criticati dal grande pubblico. Il nome perde gli aggettivi ‘Grande’ o ‘Evo’, per rimanere semplicemente Punto 2012: questo restyling, che porta l’utilitaria torinese a fine carriera, mantiene tutti gli aspetti positivi della Punto Evo e ne modifica ciò che non è stato gradito dal pubblico, ossia il design. Ma quale delle tre è la migliore? Scopriamolo in un confronto.

    Considerando che Punto Evo e Punto 2012 sono solo due restyling del modello originale, la Fiat Grande Punto, non ci sono enormi differenze a livello di design tra i tre modelli. La Grande Punto ha sembra avuto come pregio proprio la bella linea esterna: il frontale assomiglia quasi a quello di una Maserati, le forme sono pulite, senza troppi fronzoli, e sportiveggianti. La pulizia dello stile è stata la caratteristica che è venuta a mancare nella Punto Evo: il frontale veniva appesantito con un nuovo fascione paraurti (non disponibile in tinta con la carrozzeria, quindi molto evidente a livello estetico) che includeva gli indicatori di direzione. Stesso discorso anche al posteriore: il paraurti guadagna una grossa fascia paracolpi, utile in città per evitare i graffi da parcheggio, ma anche altrettanto antiestetica.

    In Fiat si sono accorto dell’errore fatto così sono corsi ai ripari: dopo neanche 2 anni dalla commercializzazione della Punto Evo viene svelata al Punto 2012, che elimina gli elementi sgratidi al pubblico nel design dell’auto. In questo modo scompaiono i fascioni paracolpi dai paraurti ed il baffo cromato attorno al logo Fiat nel frontale, ma restano i bei gruppi ottici della Evo, più personali e moderni diquelli della Grande Punto. Vista la somiglianza tra Punto 2012 e Grande Punto noi ci sentiamo di dare la vittoria a queste due nella prima sfida. Grande Punto e Punto 2012 ad 1 punto, Evo a 0.

    Nel 2005 la Grande Punto mostrava un netto passo in avanti per quanto riguarda la qualità degli interni se paragonata con il modello che andava a sostituire, la Punto II. Il design era piacevole e razionale e le dotazioni erano da vettura di categoria superiore. Il tutto ovviamente non è esente da critiche: gli assemblaggi non erano sempre impeccabili e le plastiche erano di qualità solo discreta. Comunque sono più le luci che le ombre.

    Uno degli elementi che si fa maggiormente apprezzare della Punto Evo sono stati gli interni: grazie al nuovo stile e ai nuovi materiali la qualità della vita a bordo è cresciuta notevolmente. Visto il successo di questi interni la Fiat non li ha modificati nella Punto 2013, lasciandoli tali e quali a quelli della Evo (si notano solo rivestimenti inediti per i sedili). In questa sfida vincono la Evo e la Punto 2013, perchè hanno interni di qualità e design superiori: 2 per la Punto 2013 ed 1 pari per Evo e Grande Punto.

    Trattandosi di una semplice operazione di re-design, le dimensioni della Fiat Punto 2012 sono del tutto identiche a quelle della Punto Evo. Le misure esterne, quindi, si confermano perfette per la guida in città, grazie ad una lunghezza di 4,06 metri e alla larghezza di 1,69. L’altezza e il passo, misurano rispettivamente 149 e 251 cm. Molto capiente anche il bagagliaio: la Fiat Punto 2012 vanta una capacità di carico ai vertici della categoria. In configurazione 5 posti la capienza è di 275 litri, che possono diventare ben 1030 litri se si viaggia solo in due.

    Alcuni motori sono rimasti tali e quali dal 2005 ad oggi, altri sono stati aggiornati ed altri ancora sono del tutto inediti. Tanto per cominciare il 1.2 a benzina sulla Grande Punto aveva 65 CV, che sono diventati 69 CV sulla Evo. E’ rimasto uguale il 1.4 77 CV, motore che viene venduto anche nelle versioni bifuel. Sempre a benzina il 1.4 Starjet 95 CV della Grande Punto viene sostituito dal più moderno 1.4 Multiair da 105 CV sulla Evo e lo stesso discorso vale anche per il 1.4 T-Jet 120 CV che viene sostituito dal 1.4 turbo Multiair da 135 CV.

    Parlando di motori a gasolio il 1.3 Multijet 75 CV resta sempre lo stesso, mentre il 1.3 Multijet 90 CV (della Grande Punto) viene sostituito dal 1.3 Multijet II da 95 CV, motore che viene anche reso disponibile con 85 CV. Il grosso e potente 1.9 Multijet da 120 CV (130 sulla Sport) della Grande Punto, sulla Punto Evo esce di scena sostituito dal più moderno 1.6 Multijet 120 CV, che però verrà rimosso dal listino della Punto 2012, a causa dello scarso successo.

    I motori della Punto Evo e della Punto sono più o meno gli stessi, ad eccezione del 1.6 diesel che non viene più venduto e del nuovo 0.9 Twinair della Punto 2013, turbo bicilindrico a benzina da 85 CV (lo stesso della 500). A livello di assetto la Punto Evo e la Punto 2013 sono identiche, ma risultano più comfortevoli della Grande Punto grazie ad una differente taratura delle sospensioni, pur rimanendo di buon livello il piacere di guida. In questa sfida ci sentiamo di attribuire la vittoria a Punto Evo e Punto 2013, sostanzialmente identiche di meccanica: 3 per la Punto 2013, 2 per la Evo ed 1 per la Grande Punto.

    La Fiat Punto nasce nel lontano 1993 con la prima serie, che viene creata come sostituta della celebre Fiat Uno (che era stata un vero successo). Anche la nuova Punto, però, si rivela un vero e proprio successo commerciale e viene prodotta in configurazione 3 e 5 porte, ma anche cabrio (progettata da Bertone).

    La Fiat Punto II nasce nel 1999 e propone un look tutto nuovo e molto più moderno di prima: cambiano anche gli interni, che però non brillano per qualità. Anche questa è disponibile sia a 3 che a 5 porte e nel 2003 verrà sottoposta ad un leggero restyling di metà carriera.

    La svolta arriva nel 2005 con il lancio della Fiat Grande Punto: il design, firmato da Giugiaro, è uno degli elementi migliori che, unito anche agli interni di qualità e alle dotazioni da vettura di categoria superiore, la rendono una delle vetture più vendute della categoria in tutta Europa.

    Nel 2009 arriva lo sfortunato restyling: nasce la Fiat Punto Evo, che propone interni migliorati ed un’estetica rivista che proprio non è piaciuta al pubblico.

    Per rimediare al design della Punto Evo nel 2012 nascie la Fiat Punto 2012, che perde gli aggettivi Evo o Grande, e propone gli stessi ed ottimi interni del modello precedente, con un design che sembra tornare alla purezza di linee della Grande Punto.

    1327

    PIÙ POPOLARI