Ferrari Sergio: motore e caratteristiche tecniche

da , il

    Ferrari Sergio: motore e caratteristiche tecniche

    Ferrari presentò la Sergio nel 2013: si trattava all’ora di un concept car che si basava sulla 458 Spider e che portava la firma di Pininfarina. L’accostamento Sergio e Pininfarina acquista subito senso, in effetti il modello è stato progettato per rendere omaggio al personaggio chiave omonimo che si è occupato dello stile Ferrari per ben 40 anni. Ferrari aveva annunciato che solo 6 esemplari del prototipo sarebbero stati costruiti e oggi scopriamo il primo di questa serie che è stato da poco consegnato ad un cliente arabo che si trova ad Abu Dhabi, luogo dove si sono appena concluse le Finali Mondiali.

    Così come accadde per il concept car, anche la Ferrari Sergio “di serie” affonda le sue radici nella 458 Spider, anche se invece dei 570 CV la Sergio sprigiona 605 CV e 540 N m grazie al V8 4.5 litri aspirato ripreso dalle più potenti 458 Speciale e 458 Speciale A. Per accelerare da 0 a 100 km/h, la Sergio impiega solamente 3 secondi.

    Pur mantenendo uno stile vicino al concept, le modifiche della vettura definitiva sono tante: la parte frontale è più pronunciata e anche il posteriore è più ricco di elementi aerodinamici. Altra grande novità è l’aggiunta del parabrezza che nel concept mancava, mentre gli interni sono in pieno stile 458 Spider. Lo spoiler anteriore genera più carico aerodinamico ora e nel roll-bar troviamo ora delle prese d’aria che assicurano il giusto raffreddamento dei fluidi.

    Questa Ferrari Sergio è stata verniciata in una tinta Rosso Tristrato con dettagli neri e cerchi in lega dorati: anche il design di questi ultimi è nuovo e inedito grazie alla rifinitura diamantata. Come sempre, i futuri possessori delle restanti 5 Sergio avranno modo di personalizzare a dovere il loro nuovo gioiello grazie al programma di personalizzazione Tailor Made che consente di rendere ancora più unica la Rossa di Maranello: come se la Sergio non lo fosse già abbastanza.