ESP: obbligatorio sulle nuove auto vendute in Europa

ESP: obbligatorio sulle nuove auto vendute in Europa
da in Auto, Auto Nuove, Motori
    ESP: obbligatorio sulle nuove auto vendute in Europa

    L’Unione Europa ha annunciato che l’ESP diventa ora una tecnologia di sicurezza obbligatoria sulle auto nuove vendute nel nostro continente e anche sui mezzi commerciali leggeri. Sin dall’inizio del 2014, l’84% delle nuove auto prodotte in Europa sono state equipaggiate con l’Electronic Stabilità Program (ESP), una tecnologia che – fin dal suo lancio – è stata in grado di prevenire all’incirca 190.000 incidenti e ha salvato più di 6.000 vite umane nel nostro Vecchio Continente. Questa nuova legge si applica per il momento solo ed esclusivamente sulle automobili e sui veicoli commerciali leggeri con un peso totale fino a 3.5 tonnellate, ma verrà estesa anche a tutti gli altri tipi di veicoli nel corso del prossimo anno.

    Il presidente della divisione Bosch Chassis Systems Control, Gerhard Steiger, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “L’ESP salva le vite.” Secondo uno degli studi condotti dalla ditta tedesca, nel 2011 la tecnologia ha evitato oltre 33.000 incidente, salvando così più di 1.000 vite negli stati membri dell’Unione Europa (25 paesi in quel periodo). Grazie all’utilizzo di sensori, l’ESP si accorge se l’auto sta procedendo nella direzione in cui il conducente sterza e, se non è il caso, l’ESP entra in azione e riduce la coppia motrice. Il rilevamento da parte dei sensori viene effettuato 25 volte al secondo. Se questo non è abbastanza, il sistema si occuperà di frenare individualmente le ruote come metodo per generare una controforza necessaria per mantenere il veicolo nella retta via.

    C’è da dire infine che l’ESP è diventato un equipaggiamento obbligatorio in America (Stati Uniti e Canada) sin da settembre 2011 per tutte le auto che non avessero un peso totale superiore alle 4.5 tonnellate. Rimanendo in ambito geografico, l’ESP è anche obbligatorio in Australia e nello stato di Israel, mentre in Giappone, Corea del Sud, Turchia e Russia non lo è ancora, ma lo sarà negli anni che verranno.

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoAuto NuoveMotori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI