Le 10 auto più economiche: la nostra classifica

Le 10 auto più economiche: la nostra classifica
da in Auto, Come risparmiare, Motori, Risparmio
Ultimo aggiornamento: Martedì 04/08/2015 09:18

    I tempi odierni non sono dei più favorevoli per il mercato dell’auto e quindi sono in molti ad essere in cerca di un’auto che sia economica sia a livello di gestione che di prezzo di partenza, senza tuttavia rinunciare all’affidabilità. L’usato può essere una scelta da fare, ma se avete intenzione di tenere l’auto per anni e anni è sempre meglio affidarsi al nuovo. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di realizzare una classifica delle 10 auto più economiche sul mercato in base ai seguenti criteri: prezzo all’acquisto, costi di gestione e affidabilità. Andiamo a vedere quali sono questi veicoli che ci possono far risparmiare non poco.

    La Citroen C4 Cactus in questa classifica? Sì e per tanti motivi. C’è da dire che il veicolo è stato pensato principalmente sulla riduzione del peso: il modello più pesante pesa solo 1.070 kg, nonostante i suoi 4 metri di lunghezza e la sua stazza da (quasi) SUV. La praticità è una dota che non manca alla Cactus grazie soprattutto al suo sterzo leggero e alle protezioni Airbump sulle fiancate, comode nei parcheggi affollati. Prezzo? Si parte da 14.950 euro per il motore diesel e 18.250 euro per il diesel.

    Con l’estetica aggiornata, la nuova Dacia Logan MCV è il veicolo perfetto per chi sta cercando un veicolo dal look massiccio, ma anche un’auto con prezzo d’acquisto davvero basso. Senza parlare poi dei costi di manutenzione e dei motori affidabili di provenienza Renault. I cinque sedili possono comodamente accogliere cinque adulti e il bagagliaio può ospitare gran numero di bagagli. Il prezzo di listino parte da 8.990 euro per la Dacia Logan MCV con motore benzina, mentre chi opta per il propulsore a gasolio dovrà spendere 10.700 euro (10.200 euro per il GPL).

    Una classifica delle 10 auto più convenienti non sarebbe completa senza la Fiat Panda. Il modello da acquistare è senza dubbio la versione a metano, Natural Power. In questa variante, la Panda ha sotto il cofano un motore bicilindrico TwinAir Turbo da 0.9 litri di cilindrata e con 80 CV di potenza massima. Nel misto, il consumo dichiarato è di 3.9 kg di gas per ogni 100 chilometri percorsi. La Panda Natural Power è disponibile a partire da 14.510 euro e vi farà percorrere 388 km con un pieno.

    La Ford Focus station wagon è sicuramente una delle auto station con il miglior rapporto qualità/prezzo. Inoltre, la nuova generazione ha segnato un cambio di stile piacevole e la guidabilità è delle migliori grazie ad un azzeccato set up telaio-sospensioni. La gamma motori è ben fornita in Casa dell’Ovale Blu: gli EcoBoost benzina sono disponibili in 1.0 di cilindrata da 100 CV e 125 CV (premiato come Engine of the Year) e in 1.5 litri da 150 CV per prestazioni discrete e consumi ridotti. A livello di diesel invece troviamo potenze che vanno dai 95 ai 163 CV ed è disponibile anche una variante 1.6 a GPL con 120 CV. I prezzi partono da 17.750 euro per il modello benzina entry-level, 19.259 euro per motore a gasolio e 19.250 euro per l’opzione GPL.

    Altra Ford economica sia all’acquisto che in manutenzione è la Ford B-Max , un monovolume compatto per cinque persone e con porte posteriori scorrevoli. Anche in questo caso è disponibile la motorizzazione EcoBoost 1.0 da 100 CV in grado di percorrere 20.4 km con un litro. I prezzi partono da 16.750 euro per la versione benzina e vanno fino a 18.250 euro sia per diesel che GPL.

    In occasione del restyling, la Nissan Leaf non ha ricevuto solamente un aggiornamento in fatto di stile, ma anche in quanto ad autonomia delle batterie e capacità del baule. Tuttavia le sue sospensioni più rigide potrebbero renderla più rigida nei campi improvvisi di direzione. Disponibile in versione base da 24.790 euro, la Leaf è dotata di batterie a noleggio mensile che può variare a seconda del chilometraggio: da 79 a 142 euro.

    La Opel Zafira Tourer è un’altra auto per famiglie che vogliono spendere poco in manutenzione. Dotato di sette comodi posti, il monovolume tedesco dispone di un bagagliaio molto capiente, specie se si abbattono i sedili posteriori. Consigliamo la motorizzazione con doppia alimentazione benzina/gpl o benzina/metano turbocompresse. I prezzi partono da 25.200 euro per il benzina, 29.400 euro per il diesel e 28.200 euro per il metano.

    La Seat Mii è un’altra auto disponibile a metano e conveniente all’acquisto. La gemella della Volkswagen up! consuma solamente 2.9 kg di metano ogni 100 chilometri percorsi. La città non può che essere il suo luogo di predilezione grazie alle sue dimensioni ridotte e al suo sistema start/stop. Dettaglio da non trascurare: la Mii ha un serbatoio della benzina di soli 10 litri e fa quindi parte della categoria delle “monocarburante”, per cui avrete una riduzione sul bollo.

    Un altro veicolo che non può mancare in questa classifica è di sicuro la Toyota Yaris Hybrid con il suo sistema HSD ripreso dalla Prius che garantisce un’impostazione con motore elettrico e a benzina 1.5 litri da 100 CV. La city car giapponese è in grado di percorrere 30.3 km con un solo litro di benzina. Disponibile a 17.650 euro, la Yaris Hybrid dispone di un cambio a variazione continua.

    L’icona delle automobili conclude in bellezza questa classifica. La Volkswagen Golf VII è del tutto rinnovata rispetto alla generazione precedente, nonostante un look subito riconoscibile. Il listino prezzi parte da 19.950 per la versione a gasolio e 21.300 euro per il bifuel benzina/metano.

    1365

    PIÙ POPOLARI