Salone di Parigi 2014: le 10 auto più belle [FOTO]

Salone di Parigi 2014: le 10 auto più belle [FOTO]

    Il Salone di Parigi è iniziato dal 4 di ottobre e si concluderà il 19 di questo mese e ora è arrivato il momento di fare un resoconto della rassegna automobilistica. Le novità di questa edizione 2014 sono state senza ombra di dubbio e una che sicuramente avrà stupito più di tutte è senza ombra di dubbio la Ferrari 458 Speciale A, la variante scoperta del coupé Speciale con 605 CV. Altro mezzo interessante, concept questa volta, è la Volkswagen XL Sport, vettura sportiva derivata dall’ecologica XL1 che monta un motore Ducati 1199 con prestazioni da urlo. Presente anche la tanto attesa Jaguar XE, rivale della BMW Serie 3, che si vuole lussuosa e premium. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio tutte le auto più belle del Salone di Parigi 2014.

    La Audi TT Sportback effettua il suo debutto a Parigi. Il concept car si basa sulla nuova TT due porte e si vuole più pratica rispetto alla sportiva. Il passo è stato infatti allungato di 12 cm ed è lunga ora 4 metri 47 centimetri. Una volta abbattuti i sedili posteriori, il suo bagagliaio è in grado di accogliere fino a 850 litri di bagagli.

    Grande debutto per il concept Citroen Divine DS, una preview del futuro design del brand DS caratterizzata da linee decise e accentuate, un netto tagliato rispetto alle forme rotonde dei modelli attuali. Questa la dichiarazione di Carlos Tavares, numero uno di PSA, al Salone di Parigi: “Non serve avere piattaforme diverse, o concessionari separati, ma avremo standard produttivi e di ingegnerizzazione separati. Il brand DS può diventare un rivale di Audi dal 2020, i prodotti che stiamo preparando sono estremamente emozionanti ma non andremo nel segmento premium, perché non combatteremo i tedeschi con le stesse armi”.

    La Rossa (gialla in questo caso) tanto attesa è sbarcare finalmente e si chiama Ferrari 458 Speciale A. Mossa dallo stesso propulsore del coupé, un V8 4.5 litri da 605 CV e 540 N m di coppia, la scoperta di Maranello è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 3 secondi netti con una velocità massima di oltre 320 km/h, grazie al suo peso ridotto e al suo cambio doppia frizione sette rapporti. Tutto questo, capelli al vento. La Speciale A è stata anche in grado di girare in 1 minuto 23 secondi e 5 decimi sul tracciato di Fiorano.

    La Ford S-Max model year 2015 presenta poche modifiche rispetto al modello esposto l’anno scorso a Francoforte sotto forma di concept car: la monovolume sette posti presenta sempre una carrozzeria sportiva e dinamica, caratteristiche che la rendono unica nel suo segmento.

    Infiniti si lancia nel segmento delle ammiraglie dinamiche presentando a Parigi la sua Q80 Inspiration concept: questo prototipo ha lasciato tutti a bocca aperta per le sue linee futuristiche e senza dubbio fuori dal comune. Lunga 5 metri e 8 centimetri, la Inspiration ha un passo di 3 metri e 09 centrimetri. Altra caratteristica che spicca è la sua altezza di 134 centimetri, proprio come una sportiva di alto livello.

    La tanto attesa Jaguar XE compie il suo debutto a Parigi: con questa berlina entry-level, Jaguar entra nel segmento D per fare ombra alle Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C. La XE mantiene lo stile tipico del Giaguaro, aggiungendo un tocco di sportività. A livello di motori, troveremo la nuova gamma di propulsori Ingenium con quattro cilindri benzina e diesel di ultima generazione che fanno scendere il peso di 80 kg.

    Tra le supercars attese c’era lei, la Lamborghini Asterion LPI910-4 concept. La I sta per ibrido e infatti questo prototipo bolognese è mosso sia da un motore tradizionale V10 5.2 litri da 610 CV (ripreso dalla Huracan) sia da tre motori elettriche che, insieme sprigionano 300 CV. L’unità ibrida eroga quindi un totale di 910 CV e la trazione è, come sempre, integrale. Tuttavia ci sono brutte notizie per chi era interessato ad avere la GT nel proprio garage: Stephan Winkelmann, amministratore delegato di Automobili Lamborghini, ha subito chiarito che la Asterion è solo un esercizio di stile e non verrà prodotta.

    Debutta a Parigi la quarta generazione della Mazda MX-5. La spider nipponica presenta una distribuzione dei pesi ideale 50:50 con la solita trazione posteriore e il suo peso di 1 tonnellata appena. Sotto il cofano troveremo per la prima volta un 1.5 litri di cilindri e un’altra motorizzazione che scopriremo a breve.

    Altra sorpresa con cui Mercedes ci ha stuzzicati nei mesi scorsi è la AMG GT. Il nuovo top di gamma della Stella si propone come diretto rivale della Porsche 911 ed è disponibile in due varianti, entrambe con lo stesso V8 4.0 litri biturbo: la AMG GT di base eroga una potenza di 462 CV e 600 N m di coppia per uno 0-100 in 4 secondi, una top speed di 304 km/h e consumi pari a 9.3 l/100 km, mentre la AMG GT S ha diritto a 510 CV e 650 N m di coppia. Le prestazioni di quest’ultima sono ancora più incoraggianti: 0-100 in 3.8 secondi e 310 km/h di velocità massima per un consumo dichiarato di 9.4 l/100 km.

    Conclude questa classifica la Volkswagen XL Sport concept. Il prototipo è un mix tra tedesco e italiano visto che unisce all’efficienza teutonica un motore Ducati due cilindri 1.2 litri della 1199 Superleggera. Grazie ai 200 CV di pura potenza, la XL Sport sarebbe in grado di raggiungere i 270 orari e lo scatto da ferma fino ai 100 km/h sarebbe pari a 5.7 secondi.

    1345

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI