Fiat 500X: motori e scheda tecnica

da , il

    La nuova Fiat 500X ha effettuato il suo debutto ufficiale in anteprima mondiale in occasione del Salone di Parigi 2014 (4-19 ottobre). Questo crossover compatto diventa così il quinto membro della famiglia 500 insieme alle già note city car 500, cabrio 500C, monovolume 500L, MPV dallo spirito off-road 500L Trekking e il monovolume per famiglie 500L Living. Tutti questi modelli sono tra di loro “molto diversi in termini di vocazione e carattere, ma hanno le stesse radici in comune: l’iconica Fiat.”

    La 500X verrà prodotta nello stabilimento aggiornato SATA di Melfi (Basilicata) e sarà disponibile in più di 100 mercati in tutto il mondo. Il crossover trendy – che ora dovrà vedersela con numerosi rivali provenienti dal Giappone e non solo – sarà disponibile in due versioni distinte: “Una è più ‘metropolitana’, mentre l’altra è l’ideale per il tempo libero”, secondo quanto dichiarato da un comunicato del costruttore torinese.

    Al momento del lancio, la gamma motori della nuova Fiat 500X sarà formata da un motore quattro cilindri 1.4 litri Turbo MultiAir II da 140 CV con trazione due ruote motrici anteriore e una trasmissione manuale a 6 rapporti e da un’unità, sempre benzina, quattro cilindri 1.6 Multijet II da 120 CV con trazione anteriore e cambio manuale, mentre per avere un po’ più potenza c’è il quattro cilindri 2.0 litri Multijet II da 140 CV con il nuovo cambio automatico a 9 marce di Fiat e la trazione integrale quattro per quattro. Le motorizzazioni attuali saranno poi raggiunte da un 1.6 E-torQ da 110 CV con trasmissione manuale a 5 rapporti e trazione anteriore, da un 1.4 Turbo MultiAir II con cambio automatico 9 marce abbinato con trazione anteriore e un 2.4 litri Tigershark da 184 CV. Spostando invece l’attenzione sul lato diesel, troviamo il 1.3 Multijet da 95 CV e il 2.0 Multijet II da 140 CV, che sarà disponibile sia con le trasmissioni manuali a 5 che a 6 rapporti e una trazione integrale. I prezzi della nuova Fiat 500X non sono stati ancora comunicati, ma dovrebbero allinearsi agli standard stabiliti dalla concorrenza.