NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le 10 auto più strane del mondo

Le 10 auto più strane del mondo
da in Auto, Mini, Motori, Volkswagen

    Ecco le auto più strane del mondo. Di cose incredibili se ne vedono dappertutto, in qualsiasi settore e in qualsiasi posto del mondo. Essendo questa sezione di Nanopress dedicata ai motori, è più che lecito che le oggi vi parliamo delle auto più strane. Siete pronti a vederne di tutti i colori (a volte anche in senso letterale) e scoprire veicoli a quattro ruote che non avrete mai pensato minimamente di vedere un giorno nella vostra vita? Si parte!

    Un Maggiolino quasi tutto di legno? Esiste. L’ideatore di questo progetto è un 71enne della Bosnia che ha utilizzato ben 50.000 pezzi di legno per la realizzazione del suo progetto.

    Un’altra curiosità su quattro ruote ci viene dalla Cina con un individuo che ha riciclato pezzi di altre auto per arrivare ad un risultato di 60 km/h.

    L’Armadillo-T è invece un’autentica auto pieghevole realizzata in Corea del Sud con alimentazione elettrica: grazie ad uno smartphone è possibile piegarla e parcheggiarla nei posti meno comodi.

    Questa astronave che sembra uscita dritta da un film di fantascienza degli anni ’70 non è altro che un triciclo elettrico in grado di percorrere 200 km con un pieno di elettricità con ricarica stimata sulle 5 ore. L’Aptera è rimasta tuttavia un prototipo.

    Immaginate: vi trovate nel traffico e siete seduti a bordo di un’auto estremamente comoda. Questa è la caratteristica principale di questo veicolo, una lowrider nata negli anni ’50 come ribellione contro la classe media americana. Un’arte fuori dal comune.

    In occasione di uno show automobilistico a Seoul incentrato sul tema delle star americane, è comparsa questa creazione con, sul cofano della macchina, una Marilyn Monroe tutta sensuale.

    L’indiano Sudhakar Yadav è conosciuto nel mondo delle auto strane.

    L’auto che ha creato ha una forma di mazza da cricket e può andare fino a 60 km/h: un modo come un altro per supportare la nazionale indiana durante i mondiali 2014.

    La MINI è ormai un mito. Qui, Serge Porcher mostra la sua creazione ricoperta di jeans. Quest’arte su quattro ruote è stata esposta al Royal College of Art and Design a Londra.

    A Venezia le gondole del futuro saranno a motore? Poco probabile, ma questa trovata è alquanto divertente. Quest’auto è una Triumph Herald del 1961 ed è stata realizzata per chi ama farsi vedere in giro di mezzi stravaganti. Nel Canal Grande, questo veicolo anfibio tocca i 15 orari, ovvero tre volte la velocità consentita. Volete guidarla? Serviranno due patenti: quella per le auto e quella nautica.

    La Pontiac Deluxe Six del 1939 è un’auto che passava inosservata, fin quando l’azienda chimica Rohm & Haas ha deciso di realizzare una carrozzeria in plexiglass, facendo di lei la prima auto trasparente negli USA. Solamente tre esemplari sono stati costruiti. L’esemplare in foto sarà battuto all’asta da RM Auctions con un prezzo che potrebbe toccare i 335.600 euro.

    871

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMiniMotoriVolkswagen
    PIÙ POPOLARI