Mercato auto Italia giugno 2014: segnale positivo, ma la crisi non è finita

Mercato auto Italia giugno 2014: segnale positivo, ma la crisi non è finita

    Dopo un mese di maggio alquanto negativo, il mercato dell’auto in Italia torna a mostrare segnali positivi. Nel mese di giugno infatti è stato registrato un +3.8% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Tuttavia bisogna rimanere con i piedi per terra visto che questo dato in aumento si è verificato in un periodo negativo per il mercato dell’auto. La conferma ci viene da parte dei privati e dalle famiglie che acquistano sempre meno veicoli: tradotto in cifre, si parla di oltre 6.600 veicoli non venduti e questo rappresenta il livello più basso di sempre per quota di mercato (57.4%). Come sempre, il segno “+” giunge grazie alle ditte di noleggi che continuano a rinnovare il loro parco auto e hanno segnato nel mese scorso un +13.8%.

    Cosa fare per spingere privati e famiglie a comprare l’auto nuova? Come sempre, si tratta di incentivarli. Un modo per riuscirci sarebbe non solo attuare campagne di rottamazione, ma anche e soprattutto ridurre la fiscalità sulle autovetture. Per il momento il governo ci sta lavorando. Il presidente dell’Unrae, Massimo Nordio sostiene che “alla luce di questi dati, non dobbiamo, però, trascurare che il segno positivo del semestre è il risultato di un confronto con un periodo di difficoltà del mercato e del particolare momento favorevole delle vendite a noleggio per le ragioni ormai note, a fronte di una situazione ancora stagnante delle vendite alle famiglie, il cui valore rimane ancora inferiore rispetto allo scorso anno.” Inoltre giugno vuol dire anche che siamo a metà mese e in questo primo semestre del 2014 sono state immatricolate 756.818 auto, vale a dire il 3.5% in più rispetto al primo semestre 2013.

    Analizzando i dati per gruppi automobilistici, notiamo che Smart, Citroën e Lancia/Chrysler presentano vendite negative mentre da parte di Dacia il rialzo non è stato dei più bassi, anzi.

    Con un +35% il marchio rumeno del gruppo Renault sorpassa addirittura quest ultimo (+22%). Peugeot e Toyota viaggiano sul +15% mentre Audi si accontenta del +8%. Quest ultimo è tuttavia il marchio premium più gettonato rispetto ai suoi concorrenti Mercedes (+2.6%) e BMW (+1.9%). La crescita di Fiat è più discreta con un +0.68%. Quali sono i modelli più venduti? Come sempre, nei primi posti troviamo il trio Fiat Panda, 500, 500L, seguito poi da Punto, Renault Clio, Lancia Ypsilon, Ford Fiesta, Citroën C3, Toyota Yaris. Nei primi sei mesi del 2014 troviamo Fiat Panda, 500L, Punto, 500, Lancia Ypsilon, Renault Clio, Volkswagen Golf, Ford Fiesta, Citroën C3 e Volkswagen Polo.

    435

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI