Moto più veloci del mondo: la classifica

Moto più veloci del mondo: la classifica

    Ci è venuta almeno una volta in mente la domanda che segue: quali sono le moto più veloci al mondo? C’è da dire che di moto che vadano piano ce ne siano poche in giro, considerando il loro peso relativamente basso e i motori abbastanza spinti. Abbiamo deciso di realizzare questa classifica basandoci solo ed esclusivamente sulla velocità del contachilometri. Niente accelerazioni, niente giri in pista. Solo un dato chilometrico puro. Ovviamente nella nostra classifica sono presenti non poche italiane e il perché lo avrete capito tutti. Ma andiamo a vederle da vicino.

    L’ultima della Top 10, non perché sia lenta ovviamente, è la Ducati 1098 che tuttavia rappresenta la perfezione in fatto di stile. Nel 2007 ha mandato in pensione la 999 ed è motorizzata da un bicilindrico Desmodromico a L da 1099cc con 160 cv, abbastanza per farla arrivare a 271 km/h.

    La tedesca veloce è una naked da 163 cv sprigionati dal suo 1157cc. Prodotta tra il 2005 e il 2008, la BMW K1200 S è stata poi sostituita dalla K1300 e stupisce ancora per la sua top speed di 278 orari.

    Conosciuta meglio in pista, la stella del Superbike monta un bicilindrico da 998cc da 144 cv per una velocità massima pari a 278 km/h. La produzione è iniziata nel 2004 e si è conclusa quattro anni fa nel 2010.

    La CBR 1100 XX Blackbird è stata prodotta dal 1996 al 2008 e raggiungeva all’epoca i 290 km/h con il suo motore da 137 cv quattro cilindri con cilindrata di 1.137cc. La linea può piacere o meno, ma la velocità di punta è mozzafiato.

    Entrata in produzione dal 1998 in poi, la R1 ha subito varie evoluzioni attraverso gli anni fino a toccare quota 186 cv nel 2008. Velocità massima? 293 orari.

    Nonostante i suoi 175 kg, il motore della Ninja ZX-10R compensava il peso in eccesso grazie al quattro cilindri da 178 cv e ai suoi 297 km/h di velocità massima.

    Parlare di moto in questo potrebbe sembrare un’offesa vista l’opera d’arte creata da Tamburini. Con il suo quattro cilindri in linea 998cc, la F4 da 183 cv era in grado di toccare fino a 312 km/h.

    Della Hayabusa sono state prodotte due generazioni e la seconda dovette subire una limitazione per la sua velocità eccessiva. Il record personale della giapponese è stato di 312 orari grazie ai suoi 163 cv.

    Da moto passiamo ai bolidi radicali. La Y2K è in effetti mossa da una turbina che, collegata ad un albero di trasmissione, sprigiona 320 cv. E nonostante i suoi 230 kg, il missile raggiunge la velocità massima di 363 orari.

    La più veloce al mondo? La Dodge Tomahawk. Questo concept è stato presentao nel 2003 a Detroit e, a detta dell’azienda, questa due ruote fantasiosa sarebbe in grado di raggiungere i 680 orari. Come? Grazie ad un motore V10 8.3 da 500 cv della Viper. Tuttavia la Tomahawk non fu mai in grado di oltrepassare la soglia dei 160 orari. Da quel momento in poi, la Casa americana dichiarò che la top speed fosse non più di 680 km/h, bensì di 480. Ma secondo il parere di molti esperti, la più estrema delle moto non potrebbe superare i 320 km/h.

    718

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI