Check up auto: quello che c’è da sapere prima di partire in vacanza

Check up auto: quello che c’è da sapere prima di partire in vacanza
da in Auto, Motori, Pneumatici, Vacanze
    Check up auto: quello che c’è da sapere prima di partire in vacanza

    Le vacanze estive 2014 si avvicinano a grande passo e coloro che hanno le ferie proprio in questo periodo dell’anno non vedono l’ora di passare del tempo fuori casa. Non tutti possono ormai permettersi questo “lusso” con i tempi che corrono e concedersi un breve periodo di vacanza diventa sempre cosa più difficile da un punto di vista economico. Ma nonostante ciò la maggior parte degli italiani non sembra pronta a rinunciare a questo periodo di relax, anche se per concedersi la tanto attesa vacanza gli italiani sono pronti ad effettuare alcuni tagli economici. Primo tra questi riguarda la scelta del mezzo che, per praticità ed economia, non può che essere l’automobile. Proprio per questo motivo abbiamo pensato bene di darvi qualche dritta su come effettuare un check up di base.

    Essendo sempre più basso il budget degli italiani, il risparmio sulla manutenzione dell’auto rischia di essere alquanto alto. La maggior parte controllerà solamente pressione degli pneumatici e livello d’olio, altri nemmeno quello, incrociando le dita affinché tutto vada per il meglio e che la vacanza prosegua senza intoppi. Ma proprio per questo motivo una cura maniacale del proprio veicolo non è mai da trascurare. Volete passare vacanze tranquilli? Seguite i nostri suggerimenti prima di iniziare il vostro lungo e interminabile viaggio, piccoli trucchetti che potrebbero sembrare banali a prima vista, ma che possono permettervi di trascorrere le vacanze felici e contenti.

    Per fare le cose a regola d’arte, una visita dalla concessionaria del marchio autorizzata o dal meccanico di fiducia è sempre consigliata. Una controllatina a motore, cambio dell’olio, filtri, ammortizzatori, pastiglie freni ed equilibratura delle ruote sono sempre i fattori principali a cui bisogna prestare la massima attenzione. Per viaggiare freschi c’è da ricaricare eventualmente il gas dell’impianto di climatizzazione, senza dimenticare la sostituzione dei filtri antipolline. Un intervento di questo tipo varia in genere da 90 a 200 euro a seconda del tipo dell’intervento e della marca e del modello dell’auto. A questo dovrete aggiungere il prezzo delle gomme, ammortizzatori e pastiglie freni qualora ci fosse bisogno di sostituirli.

    Se, per un motivo o un altro, vi trovate a fare il tagliando voi stessi, è importante dedicare qualche ora del vostro tempo e seguire i nostri consigli passo passo che riportiamo qui sotto e che non richiedono abilità sovrannaturali.

    Controllo dei liquidi

    Il controllo dei livelli dei liquidi è molto importante per lubrificare le varie parti del motore. Il controllo del livello dell’olio motore si effettua tramite l’asticella: dopo la verifica bisogna valutare se effettuare un rabbocco o meno. Il controllo del liquido refrigerante del radiatore invece si può verificare attraverso le tacche della vaschetta di riempimento.

    A proposito dei liquidi, non scordatevi il liquido lavavetri se intraprendete un lungo viaggio! Per rimanere nell’argomento, importante è anche il controllo delle spazzole tergicristallo prima di mettervi in cammino. Ultimo ma non da meno il check dei gruppi ottici sia anteriori che posteriori per assicurarsi che tutto funzioni a meraviglia. Per ragioni di prevenzione, sempre munirsi di un kit di lampadine di scorta.

    Gomme

    Su questo argomento ci vuole un minimo di esperienza per capire se è il momento di cambiare pneumatici o meno. Se le gomme si rivelano troppo usurate, è sempre consigliato ordinare un treno di pneumatici nuovo di pacca, mentre se lo stato è buono sarà sufficiente effettuare una equilibratura o convergenza per un viaggio sicuro, ma anche piacevole.

    Impianto frenante

    Di solito le pinze freni hanno in dotazione un indicatore di livello di usura delle pasticche: di conseguenza se si arriva al limite è bene sostituirle. Non solo le pasticche usurate potrebbero intaccare sulla sicurezza, ma potrebbero persino danneggiare i dischi, il che comporterebbe una spesa di gran lunga superiore al costo “irrisorio” delle pasticche.

    Batteria

    La batteria di un’auto dura complessivamente quattro o cinque anni. Avrete già capito che se la vostra batteria ha già spento le sue cinque candeline, sarebbe ora di sostituirla per il benessere del vostro veicolo. Inoltre è sempre bene portare con sé cavi batteria in casi estremi in cui l’accumulatore avesse intenzione anche lui di partire in vacanza.

    Ora siete pronti per la partenza: NanoPress Motori vi augura un buon viaggio in tutta serenità!

    784

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotoriPneumaticiVacanze
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI