Auto più vendute di sempre: la classifica

Auto più vendute di sempre: la classifica
da in Auto, Motori
Ultimo aggiornamento: Martedì 18/08/2015 11:07

    Toyota Corolla è l'auto più venduta della storia

    Può capitare chiedersi quali siano state le vetture più vendute in tutta la storia dell’automobilismo, quelle auto che sono state in grado di vendere più di tutte e di conseguenza che sono diventate col passare del tempo delle vere icone ancora al giorno d’oggi. Oggi ci occupiamo della classifica delle 5 auto più vendute, le quali sono state in grado di farsi apprezzare da un pubblico molto ampio. Scopriamo insieme quali sono queste auto in questa classifica speciale.

    Nel 1968 venne presentata la Ford Escort prima serie al Salone di Bruxelles come sostituta della Ford Anglia. L’Ovale Blu puntava molto su questa berlina dalle medie dimensioni, ma non così tanto da pensare che sarebbe potuta diventare un best-seller di questo tipo. La prima generazione della Escort fu costruita nel Regno Unito, poi in Belgio e infine anche in Germania. A livello di motorizzazioni erano disponibili uno 0.9 litri da 44 cv e un 1.1 litri da 53 cv. Il 1970 fu l’anno della sportività per la Escort visto che venne presentata la RS 1600 con motore bialbero 1600cc da 110 cv. La Ford Escort seconda serie venne introdotta a metà anni ’70 e prodotta negli stabilimenti tedeschi di Ford. Stessa meccanica anche per la Escort Mk2, anche se il design della seconda generazione conobbe maggiori cambiamenti a livello stilistico: sempre disponibile in 2 o 4 porte, la berlina è stata resa disponibile anche come station wagon. Alla gamma motori iniziale furono aggiunti il 1.3 litri con potenza fino a 70 cv e il 1.6 litri fino a 86 cv. Il 1980 fu l’anno della Ford Escort di terza serie che rappresentava una vera rivoluzione rispetto al modello precedente sia a livelli di stile che di meccanica. Parte dei cambiamenti riguardò il nome che divenne “Erika”, sebbene in seguito tornò l’appellativo Escort che, un anno dopo, ottenne il premio di Auto dell’Anno. Via la trazione anteriore, la Escort Mk3 adotta quella posteriore mentre il design presentava un portellone più pratico. Le versioni disponibili erano sempre le stesse (2 porte, 4 porte e station wagon) mentre nel 1983 si aggiunse anche la variante cabriolet. Tre anni dopo, la Escort subì un facelift che andò a migliorare il design dell’anteriore. La Ford Escort quarta serie nacque nel 1990 per imporre la sua supremazia sulle rivali del momento che erano Volkswagen Golf e Opel Astra. I cambiamenti su questa Escort Mk4 si fecero più timidi: meccanica e design condividevano molti elementi con la generazione precedente. Sempre presenti le varianti 2 porte, 4 porte, station wagon e cabriolet. Ma la vera sorpresa era un’altra: Ford presentò la Escort Cosworth con quattro cilindri 2.0 litri da 220 cv e trazione integrale. Dopo la Escort arrivò la Focus a fine del decennio. In 30 anni di onorata carriera, la Escort si è venduta in oltre 20 milioni di esemplari in tutto il mondo. Quinto posto meritato per la berlina “americana.”

    L’auto simbolo della Germania del XX° secolo non può che essere la Volkswagen Maggiolino. Con le sue forme simpatiche, semplici e arrotondate, la tedesca si fece apprezzata da tutti. Il suo primato è anche da attribuire alla sua longevità. Il Maggiolino concept venne introdotto nel 1934 dal progetto di Ferdinand Porsche in regime nazista su richiesta di Adolph Hitler, il dittatore della Germania, che voleva un mezzo di trasporto che fosse accessibile a tutti. Di conseguenza il Maggiolino nacque nel 1938 come auto per le famiglie del popolo tedesco. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la produzione del Maggiolino riprese nello stabilimento di Wolfsburg e le vendite salirono alle stelle. La city car tedesca venne anche esportata all’estero negli anni ’60 e ’70 in Nord e Sud America, dove l’auto è ancora un’icona. Tuttavia la Golf prese il sopravvento nel 1974, anno in cui venne introdotta sul mercato, e le vendite in Europa del Maggiolino calarono mentre in Brasile e in Messico aveva sempre un posto speciale. Nel 2003 si concluse ufficialmente la produzione del Maggiolino nel sito Volkswagen di Guadalajara. La Volkswagen Kafer (nome tedesco che sta a significare “Maggiolino”) è stato venduto in 21.529.464 esemplari e, in 65 anni, risulta la quarta auto più venduta di sempre ed è considerata da molti come un simbolo del 1900 dopo essere sopravvissuta ad una guerra.

    Altra icona dell’automobilismo è la Volkswagen Golf. Nata nel 1974 in un periodo di crisi petrolifera, la Golf prima serie venne presentata proprio quando gli affari di VW andavano peggiorando. Il designer italiano Giogiaro venne chiamato per progettare un’auto che potesse fare da rivale alla Fiat 128 con motore e trazione anteriori, consumi ridotti e per famiglie con cinque persone. La seconda serie fu opera invece della matita di Schafer che aveva modificato alcuni aspetti stilistici dell’estetica mentre nel 1984 nacque la GTI con motore 1800cc da 112 cv. Nel 1991 comparse la Golf terza serie caratterizzata da linee meno squadrate, forme che le consentirono di ottenere nel 1992 il riconoscimento di Auto dell’Anno. La Golf quarta serie comparve nel 1997 con un design sempre più arrotondato e con dimensioni più grandi ma sempre da compatta. Nel 2003 toccò alla Golf quinta serie essere protagonista della gamma VW, anche se il successo si fece attendere di fronte ad un pubblico ancora molto legato alla generazione precedente. Di conseguenza il gruppo VAG decise di lanciare nuove varianti: la Variant e la Golf Plus. La Golf sesta serie vide la luce del giorno nel 2008 con un look firmato Walter de Silva con linee improntate sulla generazione precedente da cui riprende il pianale, ma con miglioramenti nei consumi. Nel 2012 Volkswagen presenta la Golf settima serie. Come da tradizione Golf, anche quest’ultima serie riprende molti elementi dalla precedente, sebbene con qualche spigolo in più e uno spirito più grintoso. Fino ad ora, la Volkswagen Golf ha venduto oltre 27 milioni di esemplari, un record che crescere col passare del tempo visto che l’auto è tuttora in vendita e non è pronta a fermarsi.

    Le varie serie di Ford F rappresentano il best-seller in fatto di pick-up all’americana e ciò dal 1948, anno in cui il primo modello è stato introdotto nel listino Ford. Destinato ai lavoratori americani, il pick-up è stato ancora utilizzato come mezzo di soccorso e tuttora è in attività. Si tratta del pick-up che ha venduto di più nella sua categoria sia negli Stati Uniti che in Canada, mentre in Europa se ne trovano pochi esemplari considerata la sua commercializzazione ridotta nel nostro continente. Nel 2009 è stata presentata l’ultima generazione di Ford F-150, modello ancora in commercio, che si caratterizza da un telaio leggero in acciaio e in lega leggera con motore V8 benzina 6.2 litri da 411 cv e 590 Nm di coppia massima. Non proprio “verde” questo pick-up visto che con un litro di benzina si percorrono solamente 6 km. Fino ad oggi, Ford ha venduto oltre 35 milioni di esemplari della sua F-150.

    La Toyota Corolla si posiziona quindi al primo posto di questa classifica delle auto più vendute di sempre. Una sorpresa da noi visto che in Italia la giapponese non ha mai riscosso un successo così ampio. Nel 1966 nacque la prima serie e da allora sono state presentate ben 11 generazioni di Corolla. Due sono i record da attribuire alla berlina compatta: è stata la prima vettura ad aver superato il muro dei 30 milioni di esemplari venduti ed è anche l’auto più venduta in assoluto. Fatto curioso: ogni 40 secondi viene venduta una Toyota Corolla nel mondo. La Corolla E140 è nel listino dal 2009 ed è disponibile con 3 o 5 porte e motorizazioni che vanno dal 1.3 da 100 cv al 2.4 da 158 cv. Quanti esemplari sono stati venduti? Toyota ha consegnato ben 37 milioni di Corolla, un dato che non finirà di crescere negli anni a venire visto che è in preparazione la nuova generazione.

    1493

    PIÙ POPOLARI