Alfa Romeo sarà indipendente, parola di Marchionne

da , il

    Sergio Marchionne, capo di Alfa Romeo e del nuovo gruppo Fiat Chrysler Automobiles, annuncerà il prossimo 6 maggio una strategia di cinque anni per i rispettivi marchi del gruppo. La maggior parte degli appassionati aspetterà di più le notizie riguardanti Alfa Romeo. Secondo delle fonti vicine al marchio italiano, Marchionne annuncerà i suoi piani di rendere Alfa Romeo un marchio indipendente con tanto di team management e quartier generali a sé, proprio come lo sono Ferrari e Maserati, anche se nel caso dei due costruttori prestigiosi il proprietario principale rimane sempre e comunque il nuovo gruppo Fiat Chrysler Automobiles.

    L’informazione proviene da Automotive News, magazine secondo cui questa mossa strategica renderebbe Alfa Romeo un marchio indipendente a tutti gli effetti con finanziamenti pubblici. “Marchionne ha bisogno di rendere Alfa Romeo indipendente per rendere questo nuovo tentativo di rilancio una proposta finanziaria credibile”, ha dichiarato una delle fonti interrogate sull’argomento.

    Altra grande novità che dovrebbe far parte di questo piano Alfa Romeo importante è una mossa che porti l’Italia a diventare l’unica fonte per la produzione di auto per migliorare l’immagine delle auto italiane all’estero, ma anche affinché Ferrari possa fornire alcune delle sue motorizzazioni e per avere una gamma che comprenderà auto esclusivamente a trazione posteriore mentre quella integrale sarà disponibile sui crossover e SUV futuri. Sembrerebbe proprio che Marchionne abbia intenzione di ripetere il successo attuale di Maserati, utilizzando una strategia simile anche per Alfa Romeo. Questa sarà la quarta nuova strategia di Marchionne per Alfa Romeo da quando il CEO di FCA aveva preso il comando di Fiat nel lontano 2004 quando tutti i precedenti tentativi avevano fallito. L’ultimo di questi prevedeva vendite pari a 300.000 auto entro il 2016 e quello ancora prima parlava di 500.000 auto vendute entro il 2014. Nel 2013 Alfa Romeo ha venduto solamente 101.000 auto e il 90% di essere era concentrato in Europa. Le settimane che vengono saranno fondamentali per capire come sarà il futuro di Alfa. Il 6 maggio 2014 verranno svelati i piani futuri del gruppo, e li si verrà a conoscenza dei cambiamenti futuri all’interno di FCA. Staremo a vedere, l’attesa è di pochi giorni.