Car flipping: il fenomeno delle Smart rovesciate dilaga negli USA

Car flipping: il fenomeno delle Smart rovesciate dilaga negli USA
da in Auto, City car, Motori, Smart

    Cresce l’allarmismo da parte dei proprietari Smart nel Paese dello Zio Sam. I proprietari italiani devono cominciare a preoccuparsi? Per il momento no visto che questo vero e proprio trend deplorevole si limita al territorio statunitense, facendo preoccupare i possessori americani della piccola city car a due posti. A quanto pare dalle parti di San Francisco i bulli avrebbero trovato un nuovo passatempo che viene chiamato in gergo “car flipping”, vale a dire “ribaltare un’auto”. Perché proprio le Smart e non altri veicoli? Senza ombra di dubbio per via delle dimensioni ridottissime delle Smart che risultano quindi più facili da ribaltare per i giovani teppisti yankee.

    Solamente nel quartiere di Bernal Hights già quattro Smart sono state vittime di questo brutto scherzo. Alcune appoggiate di lato, altre persino sul tetto. Non è la prima volta che un tale fenomeno si verifica contro delle Smart: anni fa il car flipping si era diffuso in Canada e in Olanda i più temerari lanciavano addirittura le piccole city car nei canali. Le Smart vengono particolarmente prese di mira per via del loro peso piuma, il che fa di loro una preda facile per i teppisti che rendono la vita difficile ai proprietari di Smart.

    Ma sotto il fenomeno del car flipping ci potrebbe essere qualcos’altro che un semplice gesto di vandalismo del tutto gratuito.

    Gli agenti di polizia di San Francisco sostengono che dietro queste azioni incredibili ci sia una sorta di protesta contro i tecnici della Silicon Valley. Si tratta per il momento di una semplice ipotesi considerando che non si hanno informazioni dettagliate in merito. I poliziotti americani vengono aiutati per il momento da un testimone oculare che cercherà di dare il maggior numero di informazioni possibili al fine di poter fermare questa “moda.” Ora i proprietari italiani staranno incrociando le dite affinché questo fenomeno non si diffonda e non raggiunga le nostre zone.

    367

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoCity carMotoriSmart
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI