Auto usate, privati o concessionarie: quale comprare?

da , il

    Auto usate, privati o concessionarie: quale comprare?

    In questi ultimi anni gli acquisti di auto usate sono sempre in aumento in Italia. La crisi finanziaria c’entra sicuramente qualcosa: visto e considerato che non tutti possono concedersi il lusso di acquisire un’auto nuova o a km 0, molti si rivolgono verso l’usato, un mercato che diventa sempre più ampio con offerte varie proposte sia da privati che da rivenditori. Tuttavia esiste una tipologia a cui bisogna stare attenti, l’usato garantito. Di solito le auto di questo tipo si presentano con una carrozzeria perfetta che tuttavia non rispecchia molto l’aspetto profondo dell’auto in sé che può nascondere imperfezioni a livello di meccanica. Ecco perché consigliamo sempre di essere cauti e seguire qualche consiglio pratico che si rivelerà vincente quando si andrà ad acquistare l’auto.

    Che sia un privato o una concessionaria, è sempre bene avere il maggior numero di informazioni sul venditore. Se ad esempio ci si rivolge ad una concessionaria, è sempre bene informarsi sul suo conto per capire se si tratta di una struttura affidabile o meno. Da tener d’occhio anche le auto in vendita sui siti di annunci che spesso nascondono delle truffe. Stessa procedure da attuare se ci si rivolge ad un privato che non si conosce. Al di là del rivenditore, è bene effettuare una verifica approfondita dell’auto da parte di un meccanico di fiducia.

    Altro fattore da non trascurare quando si va ad acquistare un’auto usata è verificare che l’aspetto burocratico sia ok: ad esempio targa, numero di telaio e motore devono coincidere con i dati del libretto e anche il certificato di proprietà deve essere oggetto di verifica in modo da poter controllare se l’auto del venditore non è stata sottoposta a fermi amministrativi o altre sanzioni del genere. Da verificare imperativamente anche lo storico dei proprietari: in effetti capita spesso e volentieri che auto vendute e rivendute vengano descritte sull’annuncio come vetture di seconda mano. Ultimo ma non da meno è lo stato dei pagamenti del bollo, data di scadenza della revisione e il libretto di manutenzione del veicolo.

    L’aspetto forse più importante da tener presente quando si va a comprare un usato e se lo si vuole tenere a lungo riguarda le condizioni complessive dell’auto. Per realizzare tutto a regola d’arte è indispensabile sottoporre l’auto ad un controllo da parte del proprio meccanico di fiducia. Tuttavia è probabile che il controllo non sveli le imperfezioni oppure che ci si trovi nell’impossibilità di esaminare il mezzo. Di conseguenza il controllo può essere fatto da sé, esaminando lo stato della carrozzeria (imperfezioni, ammaccature, differenze di colori), condizione degli interni (usura del volante, pedali, sedili) e infine richiedere al venditore di provare personalmente l’auto per accertarsi se ci sono problematiche o meno.