Cinghia di distribuzione: prezzi e quando cambiarla

Cinghia di distribuzione: prezzi e quando cambiarla
da in Auto, Consigli motori, Motori
Ultimo aggiornamento: Giovedì 07/07/2016 15:37

    Avete a cuore la salute della vostra auto? Non dimenticatevi di controllare e sostituire, secondo gli intervalli di manutenzione consigliati dal costruttore della vostra auto, la cinghia di distribuzione. Fondamentale per il corretto funzionamento del motore, la cinghia di distribuzione serve per sincronizzare i movimenti dell’albero motore con quello dell’albero a camme, andando a così a regolare millimetricamente l’apertura e la chiusura delle valvole durante le fasi di aspirazione e compressione. Realizzata in gomma, con inserti in fili d’acciaio, la cinghia di distribuzione è soggetta ad usura e, nelle situazioni peggiori, a rottura: in quest’ultimo caso l’automobilista rischia – oltre ad un calo della sicurezza a causa di un possibile bloccaggio del motore – di dover affrontare costose operazioni di ripristino per tornare al volante della propria auto. Scopriamo i prezzi della sostituzione della cinghia di distribuzione, perchè si rompe e quando cambiarla.

    La rottura della cinghia di distribuzione può essere fatale per la salute del vostro motore. Essendo realizzate in gomma, le cinghie di distribuzione sono soggette ad usura. Nei casi più estremi le valvole andranno a sbattere contro i pistoni, causando il totale bloccaggio del motore con la rottura della testata. In questo caso il meccanico dovrà riportare il motore alle sue condizioni originali e capita sovente di automobili con qualche anno sulle spalle demolite perchè il costo della riparazione superava il reale valore della vettura.

    La sostituzione della cinghia di distribuzione è un’operazione programmata dalla casa costruttrice e consultabile sul tagliando libretti: utilizzando la vettura in condizioni normali, mediamente la distribuzione va sostituita a partire da 90 mila chilometri di percorrenza. Se un controllo visivo può trarre in inganno, rumori e slittamenti provenienti dal vano motore possono essere i precursori di una rottura della cinghia di distribuzione. Attenzione anche alle perdite di liquido sotto la vettura: potrebbero annunciare la rottura della pompa dell’acqua e la relativa sostituzione della cinghia di distribuzione.

    Il vostro meccanico vi ha comunicato che al prossimo tagliando dovete sostituire la cinghia di distribuzione? Preparatevi a mettere mano al portafoglio… Partiamo dai componenti che l’officina dovrà sostituire: oltre alla cinghia di distribuzione, andranno sostituiti anche i parastrappi e i cuscinetti – necessari per lo scorrimento della cinghia stessa – e la pompa dell’acqua; quest’operazione è necessaria perchè in caso di rottura della pompa dell’acqua si dovrà rifare l’intera distribuzione. Se i prezzi della singola cinghia di distribuzione sono abbastanza contenuti, il conto salirà a causa della manodopera: su alcune automobili si possono superare i 1500 euro. Non spaventatevi troppo però, mediamente si spende intorno ai 600 euro, poi per l’appunto dipende sempre dalla vettura e dalla motorizzazione.

    584

    PIÙ POPOLARI