Turchia, Erdogan parla alla folla (Foto)

1 di 12
    continua
    http://www.nanopress.it/mondo/foto/turchia-erdogan-parla-alla-folla_7943.html
    Erdogan
    Erdogan. Recepp Tayyip Erdogan non si ferma più. Dopo il fallito golpe in Turchia, il presidente ha iniziato una complessa operazione di pulizia interna, colpendo tutti gli oppositori. Migliaia gli arresti: tra militari, giudici, insegnanti, prefetti, rettori e imam sono oltre 10mila le persone coinvolte. Il primo obiettivo del nuovo sultano è però Fethullah Gulen, imprenditore miliardario e predicatore che, da ex alleato, è ora il nemico numero uno. In esilio negli USA dal 1999, Gulen è accusato di aver organizzato il golpe tramite una fitta rete di sostenitori interni ed esterni. Erdogan si è rivolto ancora ai suoi sostenitori, riunitisi a Istanbul, definendo Gulen un terrorista e chiarendo di essere pronto a ripristinare la pena di morte per punire i rivoltosi.

    Erdogan

    Recepp Tayyip Erdogan non si ferma più. Dopo il fallito golpe in Turchia, il presidente ha iniziato una complessa operazione di pulizia interna, colpendo tutti gli oppositori. Migliaia gli arresti: tra militari, giudici, insegnanti, prefetti, rettori e imam sono oltre 10mila le persone coinvolte. Il primo obiettivo del nuovo sultano è però Fethullah Gulen, imprenditore miliardario e predicatore che, da ex alleato, è ora il nemico numero uno. In esilio negli USA dal 1999, Gulen è accusato di aver organizzato il golpe tramite una fitta rete di sostenitori interni ed esterni. Erdogan si è rivolto ancora ai suoi sostenitori, riunitisi a Istanbul, definendo Gulen un terrorista e chiarendo di essere pronto a ripristinare la pena di morte per punire i rivoltosi.

    Recepp Tayyip Erdogan non si ferma più. Dopo il fallito golpe in Turchia, il presidente ha iniziato una complessa operazione di pulizia interna, colpendo tutti gli oppositori. Migliaia gli arresti: tra militari, giudici, insegnanti, prefetti, rettori e imam sono oltre 10mila le persone coinvolte. Il primo obiettivo del nuovo sultano è però Fethullah Gulen, imprenditore miliardario e predicatore che, da ex alleato, è ora il nemico numero uno. In esilio negli USA dal 1999, Gulen è accusato di aver organizzato il golpe tramite una fitta rete di sostenitori interni ed esterni. Erdogan si è rivolto ancora ai suoi sostenitori, riunitisi a Istanbul, definendo Gulen un terrorista e chiarendo di essere pronto a ripristinare la pena di morte per punire i rivoltosi.

    Istanbul

    Istanbul

    Erdogan parla alla folla.

    Erdogan parla alla folla.

    Con Erdogan

    Con Erdogan

    Dal fallito golpe si moltiplicano le manifestazioni a sostegno del presidente.

    Dal fallito golpe si moltiplicano le manifestazioni a sostegno del presidente.

    Bandiere turche

    Bandiere turche

    In tutte le città è un tripudio di bandiere.

    In tutte le città è un tripudio di bandiere.

    Sostegno popolare

    Sostegno popolare

    Erdogan gode di un enorme sostegno tra la popolazione.

    Erdogan gode di un enorme sostegno tra la popolazione.

    Minacce agli avversari

    Minacce agli avversari

    Per gli avversari minacce dalla folla

    Per gli avversari minacce dalla folla

    Contro il golpe

    Contro il golpe

    Il fallito golpe ha portato in piazza migliaia di persone.

    Il fallito golpe ha portato in piazza migliaia di persone.

    Turchi in piazza

    Turchi in piazza

    La folla a Istanbul.

    La folla a Istanbul.

    Con Erdogan

    Con Erdogan

    Giovani e non a sostegno del presidente.

    Giovani e non a sostegno del presidente.

    In piazza

    In piazza

    Centinaia le persone in piazza.

    Centinaia le persone in piazza.

    Gulen

    Gulen

    Il fantoccio di Gulen in piazza.

    Il fantoccio di Gulen in piazza.

    Minacce di morte

    Minacce di morte

    Il fantoccio di Gulen impiccato dalla folla.

    Il fantoccio di Gulen impiccato dalla folla.