Aereo russo precipita in Sinai (Foto)

1 di 14
    continua
    http://www.nanopress.it/mondo/foto/aereo-russo-precipita-in-sinai_7071.html
    L'ombra del terrorismo
    L'ombra del terrorismo. Sabato 31 ottobre l'Airbus 321 della compagnia russa Metrojet, in volo da Sharm-el-Sheikh a San Pietroburgo, precipita sul Sinai: 224 i morti, compresi molti bambini, in vacanza in Egitto con le loro famiglie. Si indaga sulle cause del disastro: dal Cremlino non escludono la pista del terrorismo islamico.

    L'ombra del terrorismo

    Sabato 31 ottobre l'Airbus 321 della compagnia russa Metrojet, in volo da Sharm-el-Sheikh a San Pietroburgo, precipita sul Sinai: 224 i morti, compresi molti bambini, in vacanza in Egitto con le loro famiglie. Si indaga sulle cause del disastro: dal Cremlino non escludono la pista del terrorismo islamico.

    Resti aereo

    Resti aereo

    I resti dell'Airbus 321.

    La devastazione dopo lo schianto

    La devastazione dopo lo schianto

    La compagnia aerea ha chiarito che l'aereo si è spezzato in volo.

    Parti dell'aereo

    Parti dell'aereo

    Nello schianto sono morte tutte le 224 persone a bordo.

    Le valigie

    Le valigie

    I resti delle valigie delle vittime.

    Rottami per chilometri

    Rottami per chilometri

    I resti dell'aereo sono stati trovati a chilometri di distanza dal luogo dell'impatto.

    Indagini in corso

    Indagini in corso

    Squadre di militari ed esperti russi sul luogo dell'incidente

    Resti dell'aereo russo

    Resti dell'aereo russo

    Tanti i bambini a bordo del velivolo

    Ricerche in corso

    Ricerche in corso

    Le prime ricerche sui resti dell'aereo.

    Esperti sul posto

    Esperti sul posto

    Esperti russi sul luogo dello schianto

    Isis rivendica

    Isis rivendica

    Una prima rivendicazione dell'Isis parla di vendetta per le incursioni russe in Siria.

    Lutto al Cairo

    Lutto al Cairo

    Bandiera russa a mezz'asta al consolato russo in Egitto.

    Militari a difesa dei resti

    Militari a difesa dei resti

    Schierati anche i militari nel luogo dello schianto

    Il primo ministro Sherif Ismail

    Il primo ministro Sherif Ismail

    Il premier egiziano sul luogo dello schianto.

    Foto correlate