Donna incinta di 8 mesi uccisa: il cadavere ritrovato in sacchi abbandonati per strada

Orrore a Hyderabad, in India dove è stato ritrovato il cadavere decomposto di una donna incinta di 8 mesi, nascosto in alcuni sacchi lasciati per strada vicino a un cassonetto. Per gli inquirenti l'omicidio sarebbe collegato alla gravidanza: indagini in corso

da , il

    Donna incinta di 8 mesi uccisa: il cadavere ritrovato in sacchi abbandonati per strada

    Il cadavere decomposto di una donna incinta di 8 mesi è stato trovato nascosto in alcuni sacchi abbandonati per strada vicino a un cassonetto a Hyderabad, nel sud dell’India. Il macabro ritrovamento è avvenuto a fine gennaio precisamente a Sri Ram Nagar, vicino al giardino botanico sito nei pressi del centro della città: il corpo della donna era stato sezionato e all’interno c’era ancora il nascituro, anche lui senza vita. La Polizia è riuscita a ricostruire l’identikit della donna, di circa 30 anni, e ha diffuso la foto nella speranza che qualcuno la riconosca. Gli inquirenti sospettano che l’omicidio sia avvenuto per impedirle di portare a termine la gravidanza.

    L’omicidio ha scosso la città, una delle più problematiche per la violenza sulle donne, in una spirale che non sembra fermarsi, nonostante l’inasprimento delle pene e campagne sociali. Le indagini sono partite dai resti della vittima e da alcuni dettagli, come i sacchi usati per nascondere il cadavere, di alcune aziende presenti in loco.

    In particolare, come riporta la stampa locale, la Polizia è riuscita a risalire agli ultimi movimenti della donna che sarebbe stata all’hotel Udupi, nel distretto di Gachibowli per circa mezz’ora il 28 gennaio, due giorni prima che il corpo venisse ritrovato. Dalle prime analisi, l’omicidio sarebbe avvenuto da un’altra parte e solo in seguito il cadavere sarebbe stato portato vicino al cassonetto.

    L’esame autoptico ha rivelato che la donna potrebbe essere stata picchiata prima di essere uccisa: il corpo presentava segni di percosse, l’osso pelvico e le costole rotte, oltre alla perforazione dell’utero.

    La Polizia ha promesso una ricompensa per chiunque dia informazioni sulla vittima che possano aiutare nelle indagini. In un comunicato le forze dell’ordine hanno diramato una descrizione della donna, “di corporatura media e circa 30 anni, dal viso tondo e carnagione chiara”, incinta di 8 mesi.

    “La polizia chiede a tutti i medici, soprattutto ostetrici e ginecologi, di contattarla in caso avessero visitato una signora con una descrizione simile”, conclude la nota che invita anche gli abitanti della zona dove è stato ritrovato il corpo a segnalare donne in stato interessante scomparse di recente.