Parla dei suoi problemi di soldi mentre è in treno e si addormenta: al risveglio trova 100 sterline

Ella Johannessen, studentessa universitaria inglese, era al telefono con la madre durante un viaggio in treno e le stava raccontando delle difficoltà economiche in cui si trovava, appisolandosi poco dopo: quando si è svegliata qualcuno le aveva lasciato dei soldi in un tovagliolo. L'appello su Facebook per trovare il suo benefattore

da , il

    Parla dei suoi problemi di soldi mentre è in treno e si addormenta: al risveglio trova 100 sterline

    Ha parlato dei suoi problemi economici al telefono con la madre durante un viaggio in treno e uno sconosciuto le ha donato 100 sterline. Sta facendo il giro del web la vicenda che vede protagonista Ella Johannessen, studentessa universitaria inglese di 23 anni, che ha scritto un post sul suo profilo Facebook nella speranza di rintracciare il suo benefattore. La giovane era salita a Peterborough sul treno della Virgin Trains East Coast, partito da Londra per Leeds: trovato posto a sedere, ha chiamato la madre, confidandole i suoi problemi economici. “Ero piuttosto stressata e sconvolta per la mia situazione finanziaria e stavo cercando di capire cosa era successo a un bonifico di 35 sterline”, scrive la giovane. “Le ho detto che avevo poco denaro, che ero preoccupata per la mia situazione finanziaria e mi sono arrabbiata”, continua il post. Dopo la telefonata si è appisolata, risvegliandosi mezz’ora dopo. “Allora ho notato un tovagliolo appoggiato sulle mie ginocchia: sotto c’erano 100 sterline”.

    La giovane sta attraversando un momento delicato. La scelta di dedicarsi solo agli studi e abbandonare i lavori saltuari da studente le ha causato difficoltà economiche a cui si sono aggiunte le perdite del padre e dei nonni paterni nei giro degli ultimi 18 mesi. Quel semplice gesto però le ha ridato speranza.

    “Ho iniziato a piangere”, confessa nel post. “Sono incredibilmente grata per la tua gentilezza verso qualcuno che non conosci nemmeno”, scrive rivolgendosi al suo anonimo benefattore. Il gesto le ha mostrato che nel mondo c’è ancora gentilezza e tante buone persone, ridandole un po’ di fiducia nell’umanità.