A 19 anni inventa lo slip anti stupro con tanto di telecamera, gps e lucchetto

Seenu Kumari, 19 anni, da Farrukhabad, nella regione dell'Uttar Pradesh, in India, ha inventato una mutandina anti stupro dotata di tutti i sistemi di sicurezza necessari a garantire l'inviolabilità della donna e la segnalazione della violenza alle forze dell'ordine, dal lucchetto con password al gps: ora la giovane cerca fondi per metterlo sul mercato

da , il

    A 19 anni inventa lo slip anti stupro con tanto di telecamera, gps e lucchetto

    A 19 anni ha inventato uno slip anti stupro per salvaguardare tutte le donne e segnalare i violenti alle forze dell’ordine. Seenu Kumari, 19 anni, da Farrukhabad, nella regione dell’Uttar Pradesh, in India, ha deciso di aguzzare l’ingegno e realizzare una mutandina che blocchi sul nascere ogni tentativo di violenza sessuale. Il prototipo è dotato di ogni sistema di sicurezza, a partire da un lucchetto, a prova di proiettile e azionabile solo con una password, oltre a un gps che segnala la propria posizione alle forze dell’ordine con funzione di chiamata e un pulsante da schiacciare per chiedere aiuto. La giovane ha pensato proprio a tutto. “È a prova di proiettile e non si può tagliare con un coltello. L’ho progettato con un lucchetto che non si apre se non viene inserita la password”, ha spiegato Seenu a una tv locale. “Ho anche installato un dispositivo elettronico equipaggiato con un Gps e con una funzione di chiamata: qualora ci si trovasse in pericolo, basterà premere il pulsante per inviare messaggi automatici per allertare parenti e polizia”.

    L’intento è di salvare quante più donne da stupri e violenze. Per questo è importante anche la funzione di allerta, in modo da avvisare gli agenti che potranno così arrivare sulla scena del crimine e sventare lo stupro. “Ho anche installato una piccola telecamera in grado di riprendere l’aggressore e conservarne l’immagine. Ovviamente una donna non ha bisogno di indossare sempre questo tipo di intimo, però può avere l’opportunità di farlo se viaggia da sola o sente di trovarsi in un posto poco sicuro. Questo potrebbe essere di grande aiuto per bloccare malintenzionati che tentano di violare la nostra dignità”, ha aggiunto la 19enne.

    Al momento lo slip è solo un prototipo, ma Seenu ha contattato la National Innovation Foundation di Allahabad per capire le potenzialità e la fattibilità del progetto.

    “Se riesco a trovare i fondi, potremmo migliorarne la qualità del prodotto e sviluppare tecnologie più sofisticate. A quel punto sarà pronto per essere lanciato e venduto sul mercato”, ha concluso fiduciosa.