Chiede il divorzio dopo due settimane perché il marito fa i lavori di casa: ‘Non mi fa fare nulla’

Una donna egiziana ha chiesto il divorzio dal marito dopo solo due settimane dalle nozze perché l'uomo continuava a fare i lavori di casa, rassettando e pulendo tutto il giorno. 'Mi faceva sentire come l'ospite di un hotel', ha spiegato la donna

da , il

    Chiede il divorzio dopo due settimane perché il marito fa i lavori di casa: ‘Non mi fa fare nulla’

    Ha chiesto il divorzio dopo solo due settimane dalle nozze perché il neo sposo continuava a fare i lavori di casa. La strana vicenda arriva dall’Egitto ed è stata raccontata dal sito Masrawy. La neo sposina, identificata come Samar, 28 anni, ha chiesto la separazione da Mohammad, 31 anni, rinunciando anche alla mahr, la dote che per tradizione viene data dalla famiglia dello sposo alla donna, pur di divorziare. Il motivo? L’ossessione dell’uomo per le faccende domestiche. “Mi sentivo come un’ospite”, ha spiegato la donna.

    Secondo il suo racconto, l’uomo, che ha un negozio di abbigliamento, tralasciava il lavoro e affidava l’attività ai dipendenti per stare a casa a pulire e rassettare tutto il giorno: tra l’altro, avrebbe spostato anche i mobili senza farsi mai aiutare.

    “Siamo stati sposati solo due settimane. Lo conoscevo e l’ho amato per due anni, ma ho odiato convivere con lui e non riesco più a sopportare il suo comportamento”, ha spiegato la donna che ha ammesso di sentirsi ospite in quella che doveva essere la sua casa coniugale.

    Cosa ancora più strana, Mohammad fino a quel momento non avrebbe mai fatto nulla in casa, come testimoniato dalla madre e dalla sorella.