Attentato a New York, Trump: il terrorista merita la pena di morte

Il Presidente degli Stati Uniti aveva già espresso la sua volontà di inviare il 29enne uzbeko, responsabile dell'attacco alla Grande Mela, nel carcere di Guantanamo.

da , il

    Attentato a New York, Trump: il terrorista merita la pena di morte

    Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha chiesto per il killer dell’attentato di New York, Sayfullo Saipov, la pena di morte. ‘Il terrorista di New York era soddisfatto e ha chiesto che la bandiera dell’Isis fosse appesa nella sua camera d’ospedale. Ha ucciso 8 persone e ne ha ferite gravemente altre 12. Dovrebbe essere condannato a morte’, sono queste le dure parole che Trump ha scritto sul suo profilo Twitter.

    Il presidente degli Stati Uniti aveva già rivelato le sue intenzioni di voler inviare il 29enne uzbeko, arrivato negli Stati Uniti nel 2000, nel carcere di Guantanamo, il celebre penitenziario americano di massima sicurezza situato sull’isola di Cuba. Donald Trump, dopo l’attentato di New York, ha anche annunciato l’ennesimo giro di vite sugli immigrati.

    L’attacco alla Grande Mela è avvenuto a pochi giorni dall’annuale maratona che, a quanto è stato dichiarato dal Governo, si terrà comunque, ma per ovvie ragioni, sarà super blindata. Il piano d’azione della Polizia prevede, oltre a un massiccio aumento del numero di agenti in divisa e in borghese, lo schieramento di cecchini e squadre armate pesantemente, camion pieni di sabbia e barriere, al fine di evitare attacchi terroristici a bordo di veicoli, come avvenuto sulla pista ciclabile lungo l’Hudson. Saranno anche aumentati i posti di osservazione sui tetti, mentre gli elicotteri sorveglieranno dall’alto. Alla maratona di New York, sono previsti 51mila concorrenti e 2 milioni e mezzo di spettatori.